One Piece Capitolo 931: l’analisi del Reverendo

4524

Non dimenticare di seguirci anche su Telegram! Ti basta cliccare qui!

IL NOVECENTO

TRENTUNO

[fenomenologia del power-up]

F R A T E L L I!

Bene, con questo capitolo si ritorna a pieno regime. Tutte queste pause avevano un po’ rotto il cazzo, diciamocelo, e noi poveri lettori avevamo quasi perso la piacevole sensazione di arrivare a fine capitolo e non leggere l’odiosa frase “One Piece va in pausa la settimana prossima”. Terribile. Ma è così ogni anno, quindi ormai ci siamo abituati a tutto ciò. Avete mai pensato a quello che succederà l’anno prossimo? Come sarà cambiata Wano fra un anno? Avremo già visto i Pirati Rox? Queen avrà già violentato Sanji? Magari chiedendogli di indossare la tutina del Germa che fa molto 50 sfumature di Nero. Queen me lo immagino in forma stegosauro che magari frusta Sanji. Sarebbe bellissimo.

Insomma, ogni anno ci ritroviamo a fare una stima dei capitoli più belli e di quelli più brutti, di quello che ci è piaciuto di più e che ci è piaciuto di meno. Ogni anno parliamo di Plot Twist, Plot Armor, di Cliffhanger, Deus ex machina, esigenze di trama eccetera.

Per quelli che mi leggono da un po’, sanno che mi piace parlare di tutto questo, adoro analizzare One Piece (ma anche altri manga) usando concetti “metanarrativi” e analizzando il tutto sotto un’ottica razionale di esigenze di trama. In questo capitolo ho notato che abbiamo alcune occasioni per analizzare tutto questo, quindi entriamo subito nel vivo.

SI VA!

MINIAVVENTURE!

Zeus ormai è a tutti gli effetti un power-up definitivo di Nami, anche perché non può essere altrimenti, per il discorso che farò poco più avanti. Mi piace.

Andiamo avanti…

L’ORGOGLIO DI SANJI

Guardate qua:

In questo momento non è il cuoco che sta parlando a se stesso ma si sta riferendo a noi, e in particolare a tutti quei fan che hanno storto il naso sulla sua scelta di usare un potere così “doloroso”, se avete capito cosa intendo. Ora, colgo l’occasione per parlare un po’ della faccenda e spiegarla una volta per tutte:

SANJI AVEVA BISOGNO DEL POWER UP!

La cosa che ho criticato è la leggerezza con la quale ha preso la decisione di utilizzare la tuta del Germa. Alcuni di voi mi hanno fatto notare che indossarla adesso equivale ad una sorta di esorcismo verso la sua famiglia, e aprire la scatola nera con il numero 3 è una ridicolizzazione necessaria su alcuni poteri che sarebbe stato in grado di usare a prescindere, come ad esempio lo Skywalk. Se avete fatto caso, Sanji dice un’altra cosa interessante:

A livello narrativo la situazione è perfetta. Seguitemi su questo discorso, Oda ha inserito il nuovo power-up nel personaggio di Sanji. Gli ha dato un nome (Soba Mask) e lo ha introdotto come fosse una trasformazione. Dato che Soba Mask, a detta di tutti i presenti, fa schifo alla merda, Franky e Usopp coglieranno l’occasione per modificare la tuta e regalarci un nuovo-nuovo design! In poche parole Oda si è messo al sicuro per un SECONDO power-up dopo questo, che probabilmente vedremo contro il boss di fine saga assegnato per direttissima (che secondo me è Queen).

In questo caso si tratterà più che altro di un potenziamento visivo che funzionale, dato che la tuta farà le stesse cose ma avrà un design diverso. Questi due dialoghi che ho inserito in alto – ovvero la leggera riluttanza nell’indossarla e la voglia di modificare il design per rendere la tuta non associabile al Germa – è una mossa da manuale che toglie Oda da quasi tutti gli impicci e accontenta tutti.

Dato che questo manga è – voglio ricordarlo perché a volte lo dimentico anch’io – uno Shonen, il power-up è d’obbligo perché il pubblico è – forse – a prevalenza adolescenziale.

La struttura del power-up è tutto ciò che un ragazzo desidera. A volte uno Shonen è anche un romanzo di formazione nel quale il protagonista, attraverso dure prove, cresce e si evolve, esattamente come fa il ragazzo durante la pubertà, si evolve, cambia, muta d’aspetto sia fisico che caratteriale, quindi ha maggiori possibilità di entrare in empatia con il protagonista del fumetto. Le tette enormi inoltre risolvono un altro problema, quello degli ormoni in tempesta, che il giovincello può risolvere slogandosi la mano, ma questo è un altro discorso. Torniamo al romanzo di formazione.

Sì, dunque… dicevamo… Sanji, tutto sommato, ha bisogno del power-up esattamente come chiunque altro (eccetto Nico Robin che all’età di 8 anni era già in grado di rovesciare potenzialmente il Governo Mondiale e meritarsi il sesto livello di Impel Down). E come chiunque altro, Sanji deve sopperire all’esigenza da parte del pubblico di vedere il loro personaggio che si evolve. Infatti quando contro Queen si cambierà d’abito (lo dico come se fosse ovvio ma in realtà è una mia teoria) e userà la versione modificata della tuta, il power-up sarà evidente anche se effettivamente nullo, dato che non cambierà tuta ma design.

MA CHISSENEFREGA, NO?

L’importante è la prova tangibile A LIVELLO ESTETICO del power-up. Vi faccio un ultimo esempio, poi andiamo avanti.

DRAGON BALL

Goku diventa Super Saiyan contro Freezer, primo power-up. Poi contro Cell dovrebbe diventare di livello 2, però a livello estetico non è che cambia molto, giusto? Quindi facciamo trasformare Gohan che ha la caratteristica di cambiare di moltissimo il taglio di capelli dal 1 al 2 e Goku facciamolo crepare. Con la terza saga (Majin Bu) che facciamo? Ma è ovvio, no? Terzo power-up (estetico), infatti facciamo trasformare Goku di terzo livello. La potenza è un fattore consequenziale, ovviamente ma io sto parlando dell’appagamento che l’autore deve dare al lettore nel creare power-up che siano esteticamente efficaci.

Tornando a One Piece, se ci pensate, ogni personaggio nella ciurma ha avuto il suo bel potenziamento. Usopp ha sbloccato l’Osservazione, Rufy il Tank/Bound/Snake Man, Zoro a fine saga perderà la Sandai e riceverà la Nidai (altra mia teoria che spaccio come ovvia), Nami ha Zeus eccetera eccetera. Durante Whole Cake Island Sanji ha dato prova delle sue abilità culinarie, ora bisogna usare l’altro talento, quello dei calci. Nel mio articolo precedente ho scritto di come Sanji sia un personaggio molto anfibio, nel senso che sa fare due cose contemporaneamente – cucinare e combattere – a differenza di tutti gli altri che sanno fare solo una. Il power-up sul cibo lo abbiamo potuto constatare da Punk Hazard durante la festa con Law, Smoker e Tashigi, ora è  arrivato il momento di sfoderare quest’altro potere.

Badate bene – e qui concludo – io resto dell’idea che Oda poteva gestire meglio la questione della tuta di Sanji, dargli più enfasi, più pathos e non sbolognare tutto con un paio di vignette in cui Sanji dice chiaramente al lettore del suo orgoglio e di quanto gli pesi usarla ma i compagni vanno aiutati eccetera eccetera. Oda poteva costruire la scena in modo che Sanji non fosse costretto ad usarla in questo modo (con la trasformazione alla Sailor Moon e gli amici così alle strette da essere vincolato a proteggerli, usando anche la scusa dell’anonimato) ma in un modo più costruito. Ma va bene così, mi sta bene questa sua paraculata e soprattutto mi sta bene il fatto che voglia modificarla per il combattimento finale (che avrà sicuramente un design elegante a forma di giacca e cravatta in stile tipico di Sanji, quindi toglieranno mantello, occhiali e maschera alla Kakashi).

Ho detto tutto quello che dovevo dire a riguardo, ora passiamo allo step successivo.

AH, MI SONO DIMENTICATO DI PARLARE DI PAGE ONE!

Ma quanto cazzo è figo il nostro “Pagina Uno”? La forma ibrida toglie qualsiasi dubbio sul fatto che possa essere una donna. Ragazzi, ma come avete potuto anche solo immaginare che potesse essere una donna? Contro Sanji? Una donna? CONTRO SANJI? Ma che fumetto leggete? Dai su… smettete di fumare Indica al mattino che non vi fa ragionare. Usate una Sativa, molto meglio…

LAW CHE CONOSCE LA TUTA DI SANJI

Dunque, il nostro Trafalgarone viene dal North Blue, quindi è al corrente del Germa 66. Ok, ma questo non spiega come faccia il Chirurgo della Morte a sapere della Stealth Black. A quanto pare abbiamo un Inception narrativo. In One Piece (un fumetto) c’è un personaggio che ha letto un fumetto. E’ un po’ come il flashback nel flashback di Doflamingo, ricordate? Il fatto che la vignetta veda il Germa antagonista di Stealth Black è interessante perché richiama un po’ la relazione conflittuale che Sanji ha verso la sua famiglia. Una trovata carina, tutto sommato. Ma fra qualche capitolo (fra molti capitoli) scopriremo il nome e il design definitivo della tuta. Diciamo che questa è in versione Beta. Anche perché a livello narrativo è impossibile che Sanji continui ad avere i capelli alzati, e non c’entra il fattore estetico. Quel taglio richiama la modifica genetica dei fratelli, Sanji è un essere umano senza alterazioni, quindi dovrà ASSOLUTAMENTE avere i capelli normali.

Ecco a voi una rara immagine di Sanji con la Raid Suit. Da notare gli occhiali da sole e i capelli alzati tipici del suo costume.

Ok, andiamo avanti…

OROCHI LO SCORREGGIONE

Ragazzi, la mia idea di Orochi fortissimo si allontana sempre più. Ma come ho fatto a essere così stolto? Se il rokurokubi (la maestra di scuola elementare che indottrinava i bambini, ricordate?) imponeva di pensare in un determinato modo, perché non insegnare ai suoi alunni che Orochi in realtà sia fortissimo e terribile, capace di padroneggiare con maestria la tecnica a due spade? Domanda retorica, mi sono risposto da solo…

LA SPLENDIDA NICO ROBIN

Sempre sul pezzo questa donna. È già alla ricerca di Poneglyph. I disegni mi hanno lasciato un po’ perplesso, alcuni sono belli, altri sono brutti. Come faccia, Eiichiro Oda, a disegnare Nico Robin brutta è un mistero che mi sono posto anch’io…

Qui è bella:

Qui è brutta:

Questa è molto artistica, con la sua sagoma nera e lo sfondo non illuminato.

Questa non si può guardare:

Dunque, andiamo per gradi. Kaido possiede sicuramente un Road Poneglyph. Ora, non credo che lo lasci nel palazzo di Orochi con uno scorreggione come lui, che non è in grado neanche di proteggersi da un cattivo dentista (l’avete capita? Perché i suoi denti sono… ok, basta), quindi probabilmente tiene il pezzo da novanta su Onigashima. Anche perché se Nico Robin lo trovasse adesso, potrebbe anche tranquillamente levarsi dai coglioni e lasciare che quell’imbecille in cella insieme a quell’altro ritardato si scannino per delle palle di dango. Ma ovviamente sto ridicolizzando il personaggio di Rufy, non vedo l’ora che escano di cella e inizino a combinare il casino della madonna che noi fan stiamo aspettando da sempre. Io sono un fan del casino della madonna, non di Rufy, sia chiaro. È meglio precisarlo…

GLI ONIWABAN

Che mi dicono dalla regia furono dei veri Ninja sotto il diretto controllo dello Shogun durante l’epoca Tokugawa (o periodo Edo). Bene, sicuramente approfondirò la faccenda inserendo questa voce nel glossario che sto curando per il One Piece Journal. A proposito, l’avete comprato? Che ne pensate?

Comunque, quando si parla di Ninja non possiamo non pensare a lui, Raizo! C’è sicuramente qualche collegamento tra lui e loro. Perché lui è l’unico Ninja buono? Che Raizo fosse all’epoca un ex membro degli Oniwaban e che magari ha disertato per una divergenza di intenti? Cioè loro erano malvagi e lui voleva aiutare davvero la famiglia di Momonosuke?

La scena si chiude con Fukurokuji (altra voce da inserire nel glossario) che, sempre dalla regia, mi dicono si tratta di una fusione tra Megamind e Ener. No, in realtà è una delle divinità giapponesi della fortuna. Vabè, la parte nozionistica ve la risparmio. Sono curiosissimo di vedere l’intelligenza di Nico Robin destreggiarsi nella sottile arte dell’eloquenza per sedurre verbalmente il tizio capoccione e convincerlo dei suoi intenti che in realtà non erano sospetti ma di buone intenzioni. Avete capito quello che ho detto? In parole povere voglio vedere come Nico Robin riesce a salvare il culo.

Ma più di tutti, sono ESTREMAMENTE curioso di sapere dove Oda andrà a parare con lei… lei… LEI… la sempre eterna, l’unica, la diabetica e rompicoglioni

BIG MOM CHE PERDE LA MEMORIA!

Partiamo subito dal discorso narrativo. Si tratta di un espediente che Oda ha utilizzato per toglierla subito dal cazzo. Ed è anche ovvio! Big Mom è un personaggio troppo ingombrante, ESTREMAMENTE ingombrante. Se fosse arrivata a Wano secondo i suoi piani, senza King e tutto il resto, Wano sarebbe già arrivata alle battute finali. Il caos che avrebbe generato sarebbe stato così grande, così immenso che sarebbe intervenuto Kaido e avrebbe combattuto distruggendo tutto. L’amnesia temporanea la toglie (temporaneamente) fuori dai giochi. Oda tirerà fuori la carta della mammona, facendola rinsavire, nell’esatto momento in cui servirà a livello narrativo, e cioè quando ci sarà un flashback dei pirati Rox oppure riguardo al suo passato in generale.

Infatti questa botta in testa potrebbe anche essere una sorta di psicoterapia che lei fa a se stessa, magari aiutandola a capire alcuni passaggi della sua vita che sono stati relegati nel più profondo subconscio e che ora potrebbero riemergere. La rimozione di eventuali blocchi psicologici che la tengono ancorata ad una mentalità infantile sarebbe interessante da vedere a livello narrativo.

ALLEANZA CON I MUGIWARA? NON MI PIACE

Un ragazzo mi ha scritto in privato dicendo una cosa simile: “reverendo, e se Big Mom, una volta che è stata salvata da Chopper e ha riacquistato la memoria, decidesse di lasciare in pace Rufy per via della gentilezza concessa a lei?” Personalmente sarebbe una cosa davvero bruttissima perché andrebbe a distruggere completamente il personaggio di Big Mom in senso caratteriale, ovvero una donna cinica e cattiva, ambiziosa che non si ferma davanti a nulla. Perché dovrebbe fare gli occhi dolci solo perché è stata curata da Chopper su un qualcosa (la memoria) che avrebbe riacquisito a prescindere dalle cure o meno? Ma soprattutto, perché dovrebbe fare un favore a un compagno di Rufy? Stiamo parlando di una donna che ha ricattato Sanji usando il Baratie come strumento di persuasione. E stiamo sempre parlando di una donna che costringe(va) i più potenti personaggi della criminalità (e non) a partecipare al Tea Party, pena la morte immediata. Che poi tutti sti servizi segreti così formidabili e potentissimi non sono serviti a un cazzo perché Ritardato D. Merda è riuscito ad entrare e ad uscire (e non in senso letterale) da Big Mom, ma vabè… Rufy è anche chiamato Plot Armor, non è un soprannome che danno a chiunque (ma solo al protagonista in quanto tale).

E QUANDO SI SVEGLIA?

Bisogna pensare anche al post-amnesia. Perché sicuramente ritornerà in sé, e dato che Chopper la curerà perché lui è tanto piccino picciò (oltre che kawaii e una mossa astuta di marketing che ogni anno fattura milioni solo con i peluche) bisogna considerare anche quando riacquisterà la memoria e soprattutto come. Quale sarà il fattore scatenante che le farà tornare i ricordi? Quando vedrà Mongolo D. Merda? Oppure mentre mangerà qualcosa di estremamente dolce?

C’è da ricordare che Big Mom sull’aspetto alimentare è simile a Loffya, ovvero consuma tantissime calorie, molte più di un comune essere umano. Quindi il suo calo di zuccheri, amnesia o meno, si farà sentire molto presto. Bisogna vedere se la sua perdita di memoria cambierà il modo di approccio, cioè vedremo se la botta in testa le farà solo piangere dalla fame oppure inizierà a distruggere tutto come farebbe anche normalmente.

Ok, ho detto tutto quello che volevo dire, ora mi levo dal cazzo. La messa è finita, andate all’Inferno. Ah no, aspettate, devo chiudere con al frase ad effetto. Allora, vediamo… Da un grande potere… no, questa l’ho sentita troppe volte. Tra videogames, Sam Raimi e l’ultimo film che ricalca il Ragnoverso, non ce la faccio più…

One Piece è come un grossa ciotola piena di liquido Shon… no, anche questa ha rotto il cazzo.

Ragazzi, oggi non riesco a concludere. Finitelo voi l’articolo, io vado a dormire. Ci vediamo sotto nei commenti.

 

 

 

Leggi anche: One Piece – Le tre Generazioni di Pirati

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001. La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

🔥🔥 SUPER ANNUNCIO 🔥🔥 Qualche mese fa siamo stati contattati per un piccolo ma ambizioso progetto. Io (Tosky) e il Reverendo abbiamo accettato con gioia la proposta e dopo tanto lavoro, possiamo finalmente comunicarlo: SAREMO AUTORI DEL PRIMO SAGGIO A TEMA ONE PIECE AD ESSERE PUBBLICATO NELLE FUMETTERIE – La prefazione del Saggio sarà ad opera di @himorta , che ha accettato con entusiasmo di darci una mano. Colgo l’occasione per ringraziarla anche pubblicamente! – ll saggio dovrebbe essere pubblicato quest’estate, quasi sicuramente nel mese di luglio – Probabilmente questo sarà solo il primo, l’intenzione è di farne una collana – Il titolo è quello dell’immagine: “L’arte di Eiichiro Oda” a cui sarà aggiunto il sottotitolo “La ciurma di Cappello di Paglia”. Il saggio, infatti, andrà ad analizzare i Mugiwara. – La copertina sarà disegnata dal nostro Panda Studio e sarà quella che vedete, ma con qualche piccola modifica.

Un post condiviso da OnePiece.It (@onepiecegt.it) in data:

Dai un voto all'articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

11 Commenti

  1. D’accordissimo con tutto ciò che hai detto. E se big mom oltre a ricordare chi sia riuscisse ad acquisire la memoria di tutte le volte in cui era fuori controllo? Oppure solamente della volta in cui mangiò la suora e i bambini andando poi in tilt per aver ucciso la propria “madre” così da essere vulnerabile a…….
    ………. Nami e Zeus.

    Ok, con quest’ultima cosa ho esagerato però io nami ce la vedo contro big mom. Non so il perché

  2. D’accordissimo con tutto ciò che hai scritto. Ma se Big Mom oltre a riacquisire conoscenza riuscisse a ricordare con lucidità tutti i momenti in cui ha perso la testa? Oppure solamente quello in cui per la foga da maiala divorò mother Carmel e i bambini? Potrebbe andare in tilt, crashare, internet explorer ha smesso di funzionare, collassare su se stessa ed essere così vulnerabile a…
    … Nami e Zeus.

    Ok, alla fine ho esagerato molto, ma io uno scontro tra Nami e Big Mom lo vedo bene.

    P.S.: Ho scritto la risposta due volte perché la prima non me l’ha pubblicata. Spunterà primo o poi?!

    • Sì, in effetti è proprio un’ipotesi che mi aspetterei. C’è un trafiletto in questo articolo nel quale parlo proprio di questo. Sarebbe interessante usare l’amnesia come strumento narrativo per analizzare il passato di Linlin più in profondità.

  3. Grande Reverendo!
    Sono in accordo con tutto quello che hai detto.
    Mi fai sempre schiantare con i vari commenti =D, Page One = Skrillex!!!!
    Tornando seri, penso anche io che non vi possa essere una presunta “Alleanza” fra Big Mom e la ciurma di Rufy e che sarebbe veramente una brutta scelta di Oda, se dovesse mai prenderla. Piuttosto questa sua perdita di memoria penso sia un pretesto narrativo per poter in futuro prensentare, tramite flashback-ricordo, la ciurma Rocks. Mi spiego meglio, quale modo migliore per mostrarci il passato dei due imperatori se non tramite un ricordo, magari proprio quello che sovviene a Big Mom nel momento in cui ritorna in se stessa? Magari proprio confrontandosi con Kaido. (Sto viaggiando con la mente, non si capisce? =P)
    Oda potrebbe sfruttare questo vuoto di mente di Big Mom per fare siparietti interessanti con altri personaggi ma allo stesso tempo sfruttarla a sua vantaggio per mostrarci qualcosa di succoso e interessante come, appunto, i pirati Rocks, dato che riguardano il passato di Kaido e Big Mom.
    Con questo mi rilego al commento che tu hai fatto: […]”Sarebbe interessante usare l’amnesia come strumento narrativo per analizzare il passato di Linlin più in profondità.” =)

  4. Bisogna notare una cosa, big mom è caduta ai piedi della cascata, luffy cadde sopra.
    le soluzioni sono 2:
    1-oda ha sbagliato.
    2-deve essere successo qualcosa di veramente particolare perchè la mamma si trovi sulla spiaggia adesso

  5. da notare come i mugi si siano immedesimati nei personaggi di wano altrimenti sdoglia sentire sanji che parlando tra sé e sé utilizzi i nomi in codice di usop e franky. Mentre va fatta una precisazione sul fatto che sanji sia l’unico ad avere due ruoli (combattente/cuoco) … sì, ma se consideriamo il monster trio.. poiché se consideriamo anche tutti gli altri pure questi ultimi hanno due ruoli a ben guardare.
    Sull’imperatrice smemorata non mi azzerderei proprio a fare ipotesi poiché credo che oda abbia un piano ben preciso e ci sorprenderà come al solito.. tra le tante cose ricordiamoci che big mom conosce il segreto di kaido (il suo punto debole o il segreto della sua invulnerabilita’) ed è ovvio che questa carta non fosse giocabile subito. Per me big mom non sarà un’alleata nel futuro immediato ma sarà comunque decisiva a capire come abbattere kaido.

    • Anche Chopper è un medico ma sa anche combattere, ma il suo saper combattere è semplicemente un modo per farlo sopravvivere nella narrazione di One Piece. Mi spiego meglio: i membri della ciurma devono comunque imparare a difendersi, quindi l’utilizzo delle Rumble Ball da parte di Chopper lo rende comunque abbastanza forte da sopravvivere, ma resta un effetto collaterale. Sanji invece viene educato da dei cuochi guerrieri, che gli hanno insegnato a tirare calci proprio perché ne aveva bisogno, in quanto in Baratie era famoso proprio per questo, per avere cuochi che tenevano testa a dei pirati. Tecnicamente anche Nico Robin sa combattere, anche Nami sa difendersi, anche Brook sa usare la spada, ma con Sanji è diverso. Lui è davvero un cuoco guerriero.

  6. Una cosa che avrei gradito avessero spiegato è “Sora il guerriero dei mari”.
    All’inizio si poteva pensare “il governo crea le lodi dei marine faendoli combattere contro nemici famosi” quasi come gli Americani contro i Nazisti al tempo della guerra.
    Ma qui è qui come se avessero predetto il futuro! Come facevano a sapere che il 3°Cilindro rendeva invisibile!? Non credo che Judge abbia mostrato a tutti le armi… Secondo me quella cosa andrebbe chiarita meglio
    Ps: nel resto carini il gruppo dei ninja, sono uno più strano dell’altro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here