One Piece – Cosa avrebbe fatto Shanks se Luffy non avesse mangiato il suo Frutto del Diavolo?

9972

La scena dove Luffy mangia il Frutto Gom-Gom è fondamentale in One Piece, ma cosa avrebbe fatto la ciurma di Shanks se non l’avesse fatto?

One Piece è pieno di misteri intriganti e domande senza risposta, una delle quali ruota attorno al destino del Gomu Gomu no Mi, il Frutto del Diavolo che Shanks e la sua ciurma hanno trafugato e che Luffy ha mangiato.

Mentre il viaggio di Luffy come pirata di gomma ha affascinato i fan di tutto il mondo, ci si può chiedere cosa sarebbe successo se la sua fame avesse risparmiato il Frutto del Diavolo.

Il Gomu Gomu no Mi è uno dei Frutti del Diavolo più iconici di One Piece. Questo misterioso Frutto conferisce al suo consumatore la capacità di allungare il proprio corpo come se fosse di gomma. Esso rientra nella categoria dei Paramisha e conferisce al suo utilizzatore poteri unici e versatili. Tuttavia, i recenti sviluppi hanno rivelato che ha qualcosa di più.

Il frutto Gom-Gom non concede solo poteri di gomma

One Piece

Per poter teorizzare ciò che Shanks e i Pirati del Rosso avrebbero fatto con il Frutto Gom-Gom, è fondamentale comprenderne la sua vera esistenza. Il Gomu Gomu no Mi non esiste davvero; in realtà è l’Hito-Hito no Mi, modello Nika. Invece di permettere a chi lo mangia di allungare il proprio corpo in modi assurdi, concede a chi lo mangia il potere dell’immaginazione propria del Dio Sole Nika.

Per questo motivo il Governo Mondiale ha dato la caccia a questo Frutto negli ultimi secoli. E quando finalmente riuscirono a metterci le mani sopra, Shanks e il suo equipaggio ne intercettarono il trasporto a Marijoa.

E anche se che era già stato ribattezzato come un normale Paramisha, è molto probabile che il Rosso fosse a conoscenza della sua vera identità. Dopotutto è un altro personaggio pieno di misteri in One Piece, quindi non sarebbe insolito che sia a conoscenza di informazioni che la maggior parte dei personaggi non è.

L’equipaggio di Shanks se lo sarebbe tenuto o lo avrebbe dato a un individuo degno di fiducia

Partendo da questo presupposto, è altamente improbabile che la ciurma lo avrebbe venduto. Dopotutto, erano consapevoli del suo potere. Pur essendo avidi di tesori come qualsiasi altra ciurma di pirati, Shanks ha dimostrato di avere a cuore l’equilibrio e la sicurezza del mondo in numerose occasioni. Ha persino tentato di impedire ad Ace di portare avanti la sua vendetta su Barbanera.

Per quanto riguarda il secondo punto, sarebbe naturale pensare che quella persona sia uno dei compagni di Shanks, forse addirittura il capitano stesso, ma anche questo sembra piuttosto improbabile. Il suo equipaggio è unico nel suo genere perché nessuno dei membri principali possiede alcun potere dato da un Frutto. Hanno anche espresso il loro disgusto per la maledizione del mare nel primo capitolo della serie. È più probabile che l’avrebbero dato a un giovane promettente come modo per scommettere sulla prossima generazione.


Articolo tradotto dal web: fonte

2 commenti su “One Piece – Cosa avrebbe fatto Shanks se Luffy non avesse mangiato il suo Frutto del Diavolo?”

    • Non è ‘palese’ vista la mancanza di basi concrete, rimangono entrambe teorie. Per quanto ci riguarda si può presupporre che Shanks non sapesse nemmeno che Ace fosse li, dato che ci fu portato in segreto da Garp.

      Rispondi

Lascia un commento


Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.