One Piece Capitolo 1045: l’Omelià di Tosky

1931

IL MILLE 

QUARANTACINQUE

[LA MIGLIOR OMELIA DEL MULTIVERSO]

LADIES And GENTLEMEN!!!
E’ sabato mattina e sono in viaggio. Fuori piove. Osservo la strada e penso a cose profonde. Profondissime. Sono un po’ come il cane del Dr Dolittle. “Albero, Albero, Albero, Alberto”. No Tosky, pensa a qualcosa di più importante. “Striscia, Striscia, Striscia”. Ricordate la scena?

one piece capitolo 1045

Ma quanto faceva ridere Eddie Murphy 20 anni fa? E sottolineo 20 anni fa.

Non so se avete visto il sequel de Il Principe Cerca Moglie. Non l’avete visto? La vostra vita sta andando alla grande. Bravi. Io devo riflettere sul modo in cui prendo decisioni nella mia vita.

Allora, spieghiamo un po’ di cose.

Questa Omelià è un po’ casuale. Neanche il Rev sa che la sto scrivendo. Secondo i patti avrei dovuta scriverla all’apparizione di Shiki nel flashback di Kaido. Ma sticazzi dei patti. Domani (domenica 3 aprile, ve lo dico perché non so quando pubblicherò questo articolo) sarà il mio compleanno e quindi ho deciso di regalare a me stesso una mia Omelia (sì mi faccio i regali da solo) e di regalarla al Rev, che ci tiene tanto.

L’obiettivo di questo articolo è ovviamente quello di parlare dell’ultimo capitolo di One Piece, ma anche di prendere in giro la solita Omelia. Anzi, diciamo che forse è proprio questo l’obiettivo principale. Dobbiamo divertirci no? E’ anche quello che stiamo vedendo in One Piece in questi capitoli. Ma quanto cazzo stiamo ridendo? Mamma mia..ma sì, ci arriviamo dopo.

Prima di tutto devo fare delle premesse e

fissare degli obiettivi.

Comincio col dire che il Rev è un po’ sessista. “Fratelli”, “Signori”. Sempre tutto al maschile. Ma viviamo ancora nel 2020? No, caro Reverendo, siamo nel 2022. Fratell*, Signor*. O al massimo come ho fatto io in alto che, da persona molto più elegante di LEI (dovete sapere che quando io e il Rev ci perculiamo utilizziamo il Lei) ho scritto “Ladies And Gentlemen”.

Dicevo. 

Fisserò degli obiettivi per quest’Omelià, che vorrei ricordare è la quarta del nostro ormai multiverso. C’è quella solita del Rev che vi fa cagare ogni domenica mattina, poi ci sono state quelli di Delli e dei Bimbi del Rev.

Che hanno fatto cagare in tutti i sensi.

Questa sarà la miglior Omelia del Multiverso, inimitabile e unica (unica nel senso che non ne scriverò più).

Sì, ora arriviamo a One Piece, ma sto imitando il Rev che fa sempre introduzioni lunghissime. E che cazzo Rev, esiste il dono della sintesi.

Quest’OMELIA’ sarà un po’ come Saitama di One Punch Man. Creato per prendere in giro i protagonisti Shonen e imbattibile per chiunque. L’Omelia del Rev è come Goku, la mia come Saitama. Saitama vincerà sempre, perché è nato per vincere contro Goku. Avete capito? No, ma fa niente. Non è nel mio interesse che voi capiate. Scrivo per un atto di egoismo, per mio sollazzo personale.

one piece capitolo 1045

 

Si parlava di obiettivi.

L’ultima Omelia del Rev è composta da 2627 parole. Bene, la mia Omelià sarà lunga esattamente 2627 parole. Non una in meno, non una in più. Ma la scriverò in molto meno tempo del Rev. Impiegherò esattamente un’ora per la fase di stesura e al massimo un’altra ora per le immagini.

Ho cominciato alle 9.27 del mattino. Alle 11 e 27 sarà tutto finito.

In più il mio SEO(molti usano il femminile, ma io sto imitando il Rev e quindi faccio il sessista) sarà assolutamente verde. Non sapete di cosa sto parlando? Ve lo spiego. Facciamo un po’ di cultura da queste parti. Non come le altre omelie di merdnoooooooo.

Seo vuol dire “Search Engine Optimization”. In poche parole, ottimizzazione del motore di ricerca. Quando scriviamo un articolo sul sito, c’è un semaforino che ci dice quanto ciò che scriviamo è “adatto” a google.

  • Ovviamente rosso: fa schifo.
  • Arancione: si può dare di più.
  • Verde: sei sicuramente Tosky, i tuoi articoli sono tutti verdi. Quanto sei figo.

Sì grazie sito, lo so. Ma adesso ti leggono tutti, evitiamo. Ti chiamo più tardi e poi facciamo l’amore sotto un cielo pezzato di stelle, da un vecchio terrazzo qualcuno cantò….

Quindi se gli articoli hanno semafori verdi, ci sono più possibilità che appaiano nella prima pagina di Google.

Le Omelie del Rev sono TUTTE arancioni.

Gli ho rotto il cazzo per mesi, ma rotto il cazzo nel vero senso della parola, poi mi sono arreso. E che cazzo, gli fa schifo il verde.

Comunque pochi cazzi, alla fine l’Omelia del Rev è, con gli Spoiler, l’articolo più letto del sito.

QUINDI BRAVISSIMO REV, L’ARANCIONE E’ IL TUO COLORE. TI REGALERO’ UN PIGIAMA (che non indossi) ARANCIONE.

Tutto questo per dire, che quest’articolo sarà verde, perché io non posso deludere il sito (amore mio, so che mi leggi).

Ultima cosa prima di cominciare. Abbiamo aperto un profilo Ko-fì. Che cos’è? Praticamente è un modo per sostenerci. Aprite il link e potete offrirci un caffè. Offritelo al Reverendo non a me, ma offritelo. Al Rev non a me. Anche se è il mio compleanno. Offritelo Al Rev. Anche se compio gli anni e solitamente la società ci impone di fare regali in questo tipo di festività. Ma offritelo al Rev, non a me.

E aggiungo anche che se siete degli abituali, ovvero persone che leggono l’Omelia sempre e comunque, potreste venire su Twitch. Voi pensate che il Rev dia il meglio di sé qui. Ma lo pensate solo perché non lo avete visto con i capelli biondi, rossi, rasato. Sì perché su Twitch è follia e voi vi state perdendo tutto.

Venite su Twitch.

A maggio faremo una maratona e il Rev si vestirà da donna. Non sto scherzando, ha perso una scommessa. 

Sarà più o meno così. 

one piece capitolo 1045

Madonna che grande cantante, non ho ancora iniziato a parlare di One Piece. Credo di poter cominciare adesso.

Ma prima.

La GrafiOmelia.

one piece capitolo 1045

Queste sono le Omelie del multiverso. Vedete il punto più basso. Li ci sono quella del Grandissimo Dellimellow a cui voglio bene. (IO HO UN SOGNO, MANGIARE ARROSTICINI CON DELLI) e quella dei Bimbi del Rev, a cui non voglio bene perché non sono Bimbi di Tosky. Tenetevi l’amore del Reverendo, cazzo. Bastarnooooooooo.

Delli e i Bimbi sono un po’ come Long Ring Long Land. Il punto più basso di One Piece nella storia delle sue vendite. Si Rev, questa è per te. 

Il Reverendo occupa una posizione alta.

Tosky più alta (ricordate il discorso di One Punch Man, della parodia che batte il personaggio esempio degli Shonen e tutto quello che ho spiegato su? Ah No? Mi sarò spiegato male. Ah già non era nel mio interesse farmi comprendere. Alla fine solo i più intelligenti lo faranno. Gli altri possono leggersi le Omelie del Revnoooooooo!)

Scherzo, ovviamente. Lo specifico prima che qualcuno mi bruci casa. Ci sono fumetti preziosi.

Comunque veniamo a One Piece.

E direi finalmente.

Poi dite che il Rev scrive tanto.

Ma porca puttana, è la mia prima Omelia dopo 1045 capitoli. 1045. Non 45. 1045. 25 anni di pubblicazione. Ma quanto cazzo è lungo – e bello – One Piece? Mamma mia.

Comunque veniamo a One Piece.

Si comincia ora.

Il capitolo 1045 è bello.

Fine.

No, sto scherzando. (Avete notato che sto scrivendo anche nello stile del Rev? Ovvio, è tutto programmato). Io solitamente scrivo come uno sano di mentnoooooooooo.

No seriamente…

il Rev è pazzo.

Voi ora direte: ma cosa dici Tosky? Come ti permetti?
Ma come vi permettete voi, io lo conosco. Voi no. Io posso dire quello che voglio, voi no. Io ci parlo ogni giorno, voi no.

Gelosi?

Bene. Volete attirare l’attenzione del Rev?

  • Con un caffè il Rev vi manda un cuoricino in privato.
  • Con 5 caffè, il Rev vi manda un “Ti voglio bene” via chat.
  • Con 10 caffè, Il Rev vi manda un vocale in cui vi chiama belli di papà.
  • Con 20 caffè, il Rev vi manda un video in cui vi dice “Ti voglio bene, bello di papà”
  • Poi se siete folli e offrite 100 caffè, vi mandiamo a casa una foto del reverendo, con scritto “ Bello di Papà, ti voglio bene” con autografo.

Non sto scherzando, il link di Ko-fi è questo. Lo facciamo davvero. Metteteci alla prova. (ovviamente nel messaggio specificate il regalo e lo riceverete, promesso). E se ve lo dico io, che sono il capo supremo della galassia, l’imperatore galattico del mondo di onepiece.it, il più odiato della community italiana di One Piece, il villain totale tombale (ciao sommo), potete fidarvi.

Comunque veniamo a One Piece. Da qui in poi il discorso sarà serissimo.

Parto da una critica. Non a voi, ma in generale.

Negli ultimi anni il fandom di One Piece è aumentato vertiginosamente e sempre più persone si sono approcciate alla lettura di questo fantastico manga.

L’aumento delle persone, ha portato all’ingresso di persone che di One Piece, con tutto il rispetto…

non hanno capito un’emerita minchia.

Ho come la sensazione che ad alcuni frega cazzi del manga, a loro basterebbe leggere i riassunti. Sono interessati al soddisfacimento delle loro curiosità e stop. 

Non hanno interesse nei disegni, nelle chicche inserite da Oda, nei riferimenti culturali e storici. Niente di niente. Loro vogliono “soltanto” conoscere la storia. Non sono in grado di godersi il capitolo in quanto tale, non preso come pezzo di storia all’interno di altri capitoli, ma singolarmente.

A loro un singolo capitolo di One Piece non dà emozioni, vanno sempre ad inserirlo nel contesto più ampio della storia. Cosa che ovviamente è anche giusta, ma bisogna ricordarsi che One Piece è un manga, e in quanto tale, oltre ad essere arte, è anche intrattenimento. Noi leggiamo One Piece per intrattenerci, per provare emozioni. Essere curiosi è naturalmente qualcosa d’importante e One Piece è scritto per creare curiosità, ma le cose non si fermano qui. Leggere One Piece dovrebbe significare anche soffermarsi su ogni tavola, dedicare minuti ad alcuni disegni e alcune vignette. Riflettere sulle frasi e sui messaggi.

Le vignette, come dicevo anche nel mio video-commento, hanno sempre più di un messaggio. Quello che troviamo scritto nel Baloon, che si lega alla storia, e quello che dobbiamo percepire. Le tavole di un manga, così come accade per altre opere, o mezzi di fruizione, raccontano tanto. Ovviamente non si è costretti a dover provare a percepire tutto, non si è costretti a cercare altri messaggi. Ognuno legge One Piece come vuole.

Chi però lo legge superficialmente dovrebbe essere consapevole della propria superficialità e magari dare più equilibrio al proprio giudizio.

Le opinioni sono sempre e comunque legittime, conosco persone che hanno un amore profondo per One Piece e per i manga in generale, che non hanno apprezzato gli ultimi avvenimenti. E da loro infatti ho sentito quello che mi aspettavo: giudizi tranquilli, equilibrati. I giudizi peggiori li ho visti da chi, purtroppo, è ignorante e non sa di esserlo.

A prescindere dal fatto che i nuovi poteri di Luffy possano piacere o meno, dalle retcon che sono state fatte, la scelta di Oda sotto alcuni punti di vista è davvero geniale. Il maestro ha fatto qualcosa di diverso dagli altri. Ha creato un potere definitivo non badass come accade in altri shonen, ma buffo e assurdo. Ha dato al suo protagonista, un personaggio nato per essere grottesco, quello che ha sempre voluto dargli: la capacità di far ridere.

one piece capitolo 1045

E Luffy fa effettivamente ridere. Fa ridere i personaggi nel manga, ma anche noi che lo leggiamo. E’ innegabile che Luffy sia diventato veramente Joy Boy, in tutti i sensi possibili. In più non si può non notare come Oda stia omaggiando il mondo dei manga in generale. Lo stile di Luffy ricorda Tezuka per esempio. Quello di Oda è un atto di amore verso il proprio lavoro. Verso la sua vita, dedicata interamente a questo fumetto.

Oda è stato egoista. 

Ma lo è stato in un modo follemente romantico.

Ha avuto il coraggio di fare una scelta difficile, ma soprattutto divisiva. Il suo ultimo Power Up ha diviso e lui ne era consapevole. Ciò nonostante non si è tirato indietro. One Piece è il suo manga, il suo lavoro, la sua vita, la sua creatura. One Piece è suo figlio. E l’autore ha fatto quello che desiderava di più, quello che lo rendeva contento.

Ed io ho apprezzato tantissimo. Ho amato che Oda si sia concesso il lusso di essere egoista. Amo pensare che il maestro, che mi ha intrattenuto e fatto amare quest’opera, si stia divertendo. Che rida come me quando Luffy fa cose stupide.

Amo pensare che Joy Boy stia portando la gioia anche al proprio autore.

E pensateci un attimo.

Se Luffy ride, se noi ridiamo, se Oda ride.

Luffy ha raggiunto il suo obiettivo.

C’è risata ovunque, c’è gioia ovunque.

Io, a prescindere da quelle che possono essere imperfezioni naturali e legittime del manga, continuerò sempre a dire grazie a quest’uomo. Perché ha dimostrato in qualsiasi occasione di dare tutto se stesso. E ciò non vuol dire soltanto stare dalla mattina alla sera a disegnare One Piece o a trovare materiale.

Dare tutto se stesso a One Piece vuol dire soprattutto mettere tutto ciò che ritiene giusto in quest’opera. Tutti i suoi messaggi, tutte le sue idee, tutto il suo modo d’essere. Ed io sono abituato ad apprezzare chi decide di esporsi così tanto.

Poi ragazzi, diciamo la verità su. Ma quanto sono epiche alcune tavole? Il Luffy gigante è una delle splash page più belle di sempre.

Ovviamente capisco che alcuni non stiano apprezzando la troppa comicità, ci mancherebbe. Quando le critiche sono sensate, le rispetto pienamente.

Ma abbiate pazienza. Come dicevo anche durante la reaction, pensate davvero che Luffy sconfigga Kaido con una scoreggia in faccia? Tranquilli, non andrà così. 

Joy Boy è l’uomo della risata, ma anche l’uomo più epico di One Piece. E’ il personaggio della Libertà, della rivoluzione. Credete che un personaggio del genere non regali momenti epici?

Poi, cari amici, Joy Boy lo conoscete bene.

Joy Boy è Luffy, sempre lui. Non è cambiato assolutamente nulla.

E quel Joy Boy non ci ha mai traditi . Con il 1045 Oda voleva mostrarci il nuovo potere, ci ha mostrato quanto assurdo può essere questo power up. Ed ha voluto anche farci ridere. Ha voluto creare un capitolo con l’obiettivo di portare la risata.

Ma lo scontro non è finito. Presentato il Gear 5th, arriverà il momento in cui Joy Boy dovrà liberare gli oppressi. E lì godremo tutti. Statene più che certi. Li arriveranno le tavole epiche che tanto attendiamo. 

Ne abbiamo già avuto un primo assaggio in questo capitolo. Quando Luffy si è alzato ricordando chi si è sacrificato e chi sta soffrendo per Wano.

La sua posizione era quella del Gear 2 che amiamo tanto, la sua faccia era quella epica a cui siamo sempre stati abituati.

Abbiate pazienza e date tempo al maestro. Avrete quel che volete, fidatevi di me. Se non sarà così, vi aspetterò qui nei commenti. Potrete venire a dirmi che vi ho raccontato cazzate.  

E con ciò concludo.

Sì lo so, non ho parlato molto del capitolo, ma m’interessava soprattutto lanciare il messaggio finale. Ci penserà il Rev (o ci ha già pensato) ad approfondire tutti i dettagli di questo 1045. Sono certo che vi mostrerà tavola per tavola tutti i riferimenti di Oda.

Io mi congedo, questa è la mia prima e ultima Omelia. Anzi Omelià. E il multiverso si completa. Ora bisogna soltanto fare i film. 

Ma prima di salutarci, bisogna tirare le somme. Vediamo se ho raggiunto i miei obiettivi. 

Il Seo è verde, ma non avevo dubbi su questo.
Sono le 11.21. Quindi 1 ora e 54 minuti. Ci siamo riusciti. Magari qualcuno non mi crederà, ma posso giurarvi che ho impiegato esattamente questo tempo a scrivere il tutto e creare le immagini. Ammetto di aver perso circa 30 minuti a caricare poi tutto sul sito. 

E il numero di parole? Quando scriverò questa frase saranno 2626 e ne mancherà una. Ah sì, giusto, devo firmare.

TOSKY.

22 commenti su “One Piece Capitolo 1045: l’Omelià di Tosky”

  1. Reverendo, che sassata che ti ha tirato il Tosky.
    Cconcordo con gli elogi su Oda e tutto il resto, ma l’omelia del Rev spacca sempre

    Rispondi
    • Ma scusami, come può essere questa una critica costruttiva se questa Omelia DEVE per forza di cose essere INGIUDICABILE. Nasce per scherzare col Rev, con l’obiettivo di prendere in giro la vera Omelia. Non c’è alcuna intenzione di analizzare il Capitolo, come scritto all’inizio e alla fine. Quindi, in poche parole: come fate a giudicare uno scherzo?

      Rispondi
    • Ma come fate ad esprimere un giudizio su UNO SCHERZO. Al massimo può farvi schifo lo scherzo, ma sti cazzi. Era più per far ridere il Rev.

      Rispondi
    • E’ stata una cosa bellissima, un regalo gradito nonostante non fosse il mio compleanno. Bisogna anche contestualizzare il contenuto che nasce con fini parodistici. E bisogna apprezzarli come tali. Non è una gara.

      Rispondi
  2. Tosky, grazie, non solo per l’omelià ma anche per tutti gli altri contenuti che ci regalate ogni giorno. Mi è piaciuta molto la parte su One Piece , il resto ci sta 😜

    Rispondi
  3. Non avevo mai letto nulla su Onepiece.it, convinto che nella community italiana fosse difficile trovare qualcosa di valido.. Ti ringrazio hai saputo dare voce ad ogni pensiero che da due settimane mi gira in testa… Sei il mio personale JoyBoy, continua così! Hai un nuovo fan

    Rispondi
  4. Non capisco le critiche a questo pezzo. Penso sia il giusto compromesso fra ilarità e serietà. L’ho apprezzato davvero molto.
    Continuate così ragazzi, non commento mai, ma faccio parte della schiera di persone che segue One Piece leggendo il capitolo e poi fiondandosi qui per leggere l’Omelia del Rev!

    Rispondi

Lascia un commento