One Piece Capitolo 946: Luffy e l’Haki del Coglione

11955

Non dimenticare di seguirci anche su Telegram! Ti basta cliccare qui!

Parla di One Piece con noi nel nostro gruppo! Entra nell’Agorà cliccando qui!

One Piece Capitolo 946: Opinioni a Caldo! Le prime impressioni sul capitolo del manga di Eiichiro Oda pubblicato questa settimana!

Bene ragazze e ragazzi, dopo la pausa ci ritroviamo con un bel capitolo movimentato! Ormai le danze sono iniziate grazie a Yasu e probabilmente continueranno per un po’. Ma non è l’azione ciò che mi ha fatto davvero piacere il capitolo.

Personalmente tutto, e dico tutto, il merito per questo capitolo se lo prende lui:Il protagonista, il futuro Re dei Pirati, il Coglione D. Merda. In questo capitolo lo vediamo in tutte e tre queste accezioni.

Ma soprattutto in quanto Coglione D. Merda.

Prima però due parole su Queen VS Big Mom, il titolo del capitolo oltretutto (per quanto sia una parte davvero ridotta della vicenda…). Una parte di me “temeva” che Queen potesse in qualche modo tener testa alla Mammona, magari per via del digiuno di questa. Invece lo scontro è stato a dir poco unilaterale, riconfermando Big Mom come inarrestabile forza della natura quasi senza pari.
E, di conseguenza, confermando Queen come rintronato suicida.
Scontro breve ma giusto, mi sono piaciute abbastanza anche le vignette!

K.O.!!!!

Lo scontro è anche servito come “scusa” per salvare i poveri Kid e Killer. Non sono sicuro di aver apprezzato appieno questa soluzione, ma in fin dei conti i deus ex machina servono a questo…
Infine, per qualche motivo ho trovato questa semplicissima vignetta particolarmente divertente, non so bene perché:

Ultimo breve plauso per questa espressione, davvero azzeccata e divertente anche questa (come in realtà tutta la situazione generale):E ora si può passare al nostro amato protagonista, il coglione. Vi dico come ho commentato la scena qui sotto, ad alta voce, ad un’altra persona mentre ridevo: “Ma porca troia, che idiota! Lo sa BENISSIMO che Big Mom è incazzosissima riguardo il cibo!!”

A questa dimostrazione di coglionaggine allucinante non mi sarei aspettato sarebbe seguita una scena trasudante persino più coglionaggine!

Ma porco il clero

Madonna che ridere gente. Davvero, uno dei capitoli più divertenti dell’ultimo periodo! Però, pensiamo un attimo alle parole di Hyougoro in questa vignetta, che io tradurrei tipo “vi è salute alcuna nella tua mente?!” ma che nel mio cuore è “cazzo sei, ritardato sul serio?!”. Le sue parole sono fin troppo condivisibili: Luffy in questo capitolo si è dimostrato decisamente troppo coglione persino per i suoi standard. Per quanto abbia apprezzato il (forse) velato riferimento a come Luffy non “pensi” mai, ovvero non usi praticamente mai i balloon di pensiero, forse in questo caso Oda ha un po’ esagerato con la sua idiozia. Ciononostante il risultato è a dir poco esilarante quindi, in conclusione, fregacazzi.

Sempre restando in modalità Coglione D. Merda, Luffy non solo pensa di essere davvero irriconoscibile solo perché ha un cazzo di codino in testa, ma chiede pure a Big Mom di stare attenta a non far cadere lui e il vecchio perché altrimenti vengono sgozzati dal collare. Cazzo, come se ucciderli non fosse sostanzialmente l’obbiettivo della mammona smemorata. Non avesse avuto l’amnesia, li avrebbe afferrati e lanciati fuori solo per vederli decapitati. Probabilmente la scena fungeva solo da memorandum per chi, per qualsiasi motivo, in quel momento non sapesse/ricordasse questo dettaglio. Fottuto coglione.

Luffy però dimostra anche di essere il protagonista salvando sé stesso e Hyougoro dai collari. A mani nude. In aria. In una frazione di secondo. Rayleigh sarebbe molto fiero, ma io ho trovato la cosa un po’ troppo…semplice. Non mi riferisco alla soluzione in sé (per quanto alla domanda “come si salverà Luffy da un collare dacapitatore?” la risposta sia stata sostanzialmente “togliendoselo”), bensì a come viene rappresentata la scena. È tutta qui sotto, praticamente:Non credo che, così impostata, la scena comunichi la giusta tensione e il giusto pathos. Personalmente, credo che un paio di vignette in più dove Luffy si sforza di togliere il collare a mano, senza Haki, avrebbero reso il tutto più “ansiogeno”, anche se sapevamo perfettamente tutti che si sarebbero salvati.

Ad ogni modo, Luffy ha quasi sbloccato del tutto il Ryouou, il super Haki dell’Armatura, e adesso gli tocca completare l’opera. Molto molto bello il finale, Hyougoro che si mette in serio (serissimo) pericolo perché possa mettercisi anche Luffy, obbligandolo a superare i propri limiti. Davvero bella come scena e come idea per sviluppare l’Haki, fermo restando che tutto è stato reso possibile da un deus ex machina. Inoltre, vedere Luffy pronto ad affrontare faccia a faccia Big Mom lo riconferma come ottimo candidato come Re dei Pirati, nonché coerente con sé stesso. Ma anche come Coglione D. Merda, visto che a meno di  miracoli (che comunque avverranno), si sta sostanzialmente suicidando non diversamente da Queen (ancora cosciente e incazzato).

Non spendo parole su Caribou e Raizo, ma mi piace l’idea delle smail con un “server” centrale. Sono, piuttosto, molto curioso di vedere Kawamatsu, ora che è finalmente libero.

Insomma capitolo decisamente divertente, un piacere da leggere! Nel prossimo, se non si cambia scena, scopriremo come farà il buon Coglione a non farsi completamente massacrare dalla mammona. Oppure, leggeremo l’ultimo capitolo di One Piece.

[Symonch]

P.S.: tenera la cover! Meno quella del volume, in quanto ci fa sapere che QUEEN È BIONDO.

 

Leggi anche: One Piece – Parla Oda, la sua morte e il finale del manga

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001. La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

Dai un voto all'articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here