Roronoa Zoro: le sue origini spiegate nell’anime

6808

Roronoa Zoro: le origini dello spadaccino della Ciurma di Cappello di Paglia sono state finalmente spiegate nell’episodio 1060 dell’anime


Se ti piacciono i nostri articoli, offrici un caffé


Roronoa Zoro e le sue origini sono sempre state un mistero in One Piece, come per quelle di molti altri membri della Ciurma di Cappello di Paglia. Non abbiamo mai conosciuto infatti la madre di Rufy o i veri genitori di Nami, e solo recentemente abbiamo scoperto i legami di parentela di Sanji con il Germa 66 e la famiglia Vinsmoke.

Durante la saga di Wano in molti si sono aspettati un qualche approfondimento riguardo le origini di Zoro, poiché Oda ci aveva lasciato anche qualche indizio sparso qua e là. Ma grande è stata la delusione quando il maestro ha deciso di farlo in modo molto sbrigativo solamente nelle SBS del volume 105, rivelandoci finalmente il suo intero albero genealogico.

Roronoa Zoro

Nell’episodio 1060 dell’anime, invece, con piacevole sorpresa, abbiamo potuto vedere l’inizio di un flashback riguardante proprio questo argomento. Mentre è intento a combattere con King, infatti, nella mente di Zoro riaffiorano i ricordi del suo passato nel Villaggio Shimotsuki.

Roronoa Zoro

Enma, che sta sprigionando molto del suo potere, rendendo difficile a Zoro gestirla, lo ha portato a ricordarsi le parole di un vecchio anziano del suo villaggio: Shimotsuki Kozaburo. E’ stato lui infatti ad insegnarli l’espressione “sunacchi” usata dai samurai di Wano. E con il commento fatto da Kawamatsu e Hyogoro riguardante Ryuma, anche lui uno spadaccino avente un solo occhio, sono alcuni degli indizi lasciatici da Oda nel corso della saga.

Adesso Zoro sta finalmente rimettendo insieme i pezzi, riconoscendo in Enma la spada di cui gli aveva parlato il vecchio quand’era solo un bambino.

Con la speranza di vedere nei prossimi episodi dell’anime una rappresentazione completa delle origini di Zoro e del Villaggio Shimotsuki, anche il Cacciatore di Pirati avrà finalmente l’approfondimento, lo spazio, che meritava di avere.

Lascia un commento


Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.