HouseHold GdR dell’Anno: Battuto Vampiri: La Masquerade

70
HouseHold premiato GdR dell'anno

HouseHold GdR dell’anno: il gioco di ruolo italiano pubblicato da Raven Distribution sconfigge il colosso di White Wolf

La giuria di esperti presieduta da Paolo Cupola premia HouseHold come GdR dell’anno, che batte la concorrenza di City of the Mist, Corolis il Terzo Orizzonte, Heavy Sugar e soprattutto Vampiri: La Masquerade, uno dei giochi di ruolo più apprezzati di sempre.

HouseHold è un gioco italiano con un concept molto originale: una villa abbandonata ospita una quantità enorme di creature molto piccole, che si contendono il possesso politico della casa. Tutti gli imprevisti come l’esplosione di una tubatura possono diventare fatali per i “Piccoli Popoli” che ospitano la magione, e qualsiasi utensile può diventare un’arma pericolosa.

Leggi anche: Rick e Morty Stagione 4, ecco il Trailer Ufficiale

Il sistema è classico, il narratore presenta il mondo ai giocatori e questi si muovono al suo interno con i propri personaggi. Per superare le prove servono test di abilità da effettuare con un pool di d6. Una meccanica chiamata “Rischio”, inoltre, incide molto sui risultati e può modificare successi e fallimenti.

Household si inserisce e la spunta in un concorso di 24 titoli titoli diversi grazie alla particolarità dell’ambientazione di Riccardo Sirignano e Simone Formicola (Two Little Mice), già autori di una serie TV su Anime e Sangue, disponibile oggi su Amazon Prime Video.

Leggi anche: Zombieland 2: Bill Murray nel nuovo trailer vietato ai minori

Ma com’è nata l’idea di HouseHold?

Il GdR dell’anno nasce, secondo Riccardo Sirignano, da una serie di racconti da lui scritti e adattati per il gioco di ruolo in un’ambientazione riadattata. Da lì l’idea di non buttare un lavoro lungo anni.

È partito tutto da una serie di racconti ispirati al piccolo popolo che ho scritto una decina di anni fa. Al tempo li avevo trasposti in una ambientazione che facevo giocare ai miei amici con vari sistemi di gioco e riadattandoli per la situazione. Nel gruppo originale c’era anche quella che poi sarebbe diventata la moglie di Simone. Quando ci siamo trovati a giocare di ruolo assieme in tempi più recenti mi è capitato di proporre questa ambientazione. Insomma, alla fine l’avevamo esplorata in lungo ed in largo e ci dispiaceva vedere sprecato tutto questo lavoro creativo: così è nato Household. – Riccardo Sirignano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here