One Piece Episodio 912: Kaido il Dragone…noioso.

5501
one piece episodio 912

Non dimenticare di seguirci anche su Telegram! Ti basta cliccare qui!

One Piece Episodio 912: il commento dell’ultima puntata dell’anime di One Piece tratto dal manga ideato e disegnato da Eiichiro Oda

“Il prossimo episodio invece sarà meglio sia bello figo, così come quello successivo! Lo esigo.”
Così avevo terminato il commento all’episodio 911, settimana scorsa, riferendomi a questo episodio. Non era una generica affermazione applicabile a tutti gli episodi (non spero mai che facciano schifo…), era una sincera speranza accumulatasi in molti mesi, precisamente da quando uscì il capitolo corrispondente a questo episodio. Forse avrete già capito che le mie speranze non sono rimaste tutte intere.

Il capitolo in questione era il numero 921, che tra l’altro mi fece fare un bel po’ di visualizzazioni nell’Opinione a Caldo di allora (questo tipo di capitoli è perfetto per la rubrica!). Fu davvero il capitolo della svolta, più dei precedenti dove veniva svelato il viaggio nel tempo di Kin e gli altri, nonché la breve storia di Oden e Toki. Insomma, fu una gran figata di capitolo, che si chiudeva così:

Mi sorprende, forse più del dovuto, come alcuni fan non abbiano ancora visto questa vignetta. Così, dal nulla, apparve Kaido in persona col suo “fottutissimo frutto” (cit. me stesso). La scena è potente, maestosa, disegnata benissimo, inoltre svelava una delle principali domande del fandom ovvero: “ma che potere avrà Kaido per essere tanto forte?”. Scena epica, e non esagero. Oltre a ciò le pagine precedenti mostravano un inatteso Jack della Siccità e un Shutenmaru sorprendentemente forte (per forza, è Ashura Douji. Ammetto che ai tempi ci misi un po’ troppo a capirlo).

Ho parlato abbastanza del capitolo 921, questa premessa serviva a farvi capire, se non siete tra i lettori del manga, perché l’episodio di oggi si è rivelato una vera delusione. Una cosa volevo da questo episodio, una sola: un bel cut di almeno una trentina di secondi per l’arrivo maestoso di Kaido, una scena da cacciare in una GIF e da spammare in ogni fanpage di One Piece. Beh, non è quello che ho visto oggi. Oggi ho visto una scena poco più che mediocre, degna di un Jack, degna di un Pica colossale, ma non degna dell’Imperatore Kaido che scende dal cielo in forma di dragone, non con quella vignetta come base.

La prima parte del suo arrivo non è poi terribile, col vento e l’arrivo delle nuvole. Momo è terrorizzato, è bene mostrarlo. Giustamente Nami nota, da brava meteorologa, che se certe nubi e un vento simile arrivano nel giro di due secondi c’è qualche cazzo di problema grosso in arrivo. Una battuta filler calzante, o lo sarebbe se non fosse che per tutta la Grand Line e ancor di più nel Nuovo Mondo il meteo ha sempre fatto un po’ il cazzo che gli pare.

Il truce volto di Kaido suggerito da fulmini mi è piaciuto, mi sarebbe anche piaciuto di più se non forsse per un ENORME problema che vi spiego dopo, ma che avrete già intuito.one piece episodio 912

Una zampa si fa spazio tra le nuvole con un’animazione buona…e poi sta lì. Ferma. Eh no, Akitarō Daichi agli storyboard, non funziona così! Anche nel manga si intravede prima una singola zampa (microscopica in pagina…), ma non significa che debba restare lì immobile per diversi secondi prima di continuare la discesa. Ma che fa Kaido, saluta?? La mano andava animata anche durante la fuga degli abitanti di Okobore, o al massimo non inquadrandola durante detta fuga. L’episode director è Hosoda, voglio immaginare che si sia capito male con gli storyboard.

“Ciao Jack! Senti un po’…”

Le animazioni seguenti sono carine, anche la colonna sonora ci sta, ma in entrambi gli aspetti siamo ben lontani da ciò che mi aspettavo, anzi che pretendevo, da questa scena. È molto raro che la colonna sonora di One Piece mi lasci poco soddisfatto ma in questo caso, mi dispiace, non ha fatto centro nel mio cuore.

Infine, Kaido si palesa completamente davanti a Jack ordinandogli di uscire subito Luffy e gli altri. La scena non ha nemmeno la metà della potenza sprigionata dalla vignetta del manga, si mostra invece relativamente mediocre. E no, NON PER COLPA DEL COLORE DI KAIDO. Lo so che sono gusti, ma vi prego smettetela di gridare allo scandalo per Kaido non rosso. L’azzurro è un colore comune per il drago orientale, affine all’acqua (vi ricorda qualcosa il Palazzo del Drago?).

Fa comunque un certo effetto.

But wait, there’s more! Come ho ampiamente esposto, la gestione della scena non mi è piaciuta. Ma l’avrei apprezzata di più se non fosse stato per la parte immediatamente precedente!

Mi spiegate a cosa serve tutta quella suspance, la zampa ferma lì, i fulmini ecc. se ci mostri FIN DA SUBITO la sorpresa!? La trasformazione ve la mostro perché è anche animata abbastanza bene, visto che dietro c’è il signor Yong-ce Tu, ma ha il solo scopo di togliere ogni tensione dall’arrivo di Kaido, che nel manga ricordo arrivare praticamente dal nulla. Tutte le scene ad Onigashima sono filler. Che poi, ci ha già pensato l’opening a spoilerare il potere di Kaido, almeno lascia la sorpresa a quegli impazienti che saltano la sigla, no?

Ora, tutto l’episodio in realtà è pieno di filler grandi e piccoli, perché evidentemente volevano chiudere con l’arrivo di Kaido. Capisco quindi che, avendo solo meno di 10 pagine da adattare, qualche allungamento fosse necessario. Però, almeno per quanto mi riguarda, se proprio non trovi altri filler diversi dalla trasformazione di Kaido ad Onigashima concentra almeno le “forze di animazione” sulla scena epica! Gli animatori abili alla Toei Animation ci sono, possibile che lo schedule fosse tale da non poter assegnare quella scena non dico a Shida, ma almeno allo stesso Yong-ce Tu? Perché assegnarli i filler?! Non lo so, se qualcuno sa rispondermi che lo faccia.

Tu ha animato anche una scena filler dello scontro tra Shutenmaru/Ashura e Jack. La potete riconoscere perché l’unica abbastanza ben animata. A proposito, Masayuki Takagi è l’animation director.

Zacchete!

Anche Ashura soffre leggermente della “Sindrome da Spoiler”. Nell’anime viene detto chiaro e tondo, a prova di cretino, che Shutenmaru in realtà è un ex Fodero Rosso. Nel manga lo veniamo a sapere solo con la scena del suo arrivo (io ho fatto due più due il giorno dopo in realtà…). C’è un filo di soddisfazione nello scoprire la vera identità di un personaggio, soddisfazione non presente nell’anime.
La domanda di Sanji è lecita, ma i discorsi di Kin’emon e Kiku su Ashura sono strani…quando mai nel manga viene detto che è “il samurai più forte mai esistito”? È di sicuro tra i più forti in giro, forse il migliore tra i Foderi, ma non ha senso dire una cosa simile se Oden l’ha sconfitto!

Errore nei sottotitoli?

La sceneggiatura è di Akiko Inoue, chissà perché ha messo in bocca a Kiku certe parole. E a dirla tutta, anche i dialoghi filler di Kaido non sono un granché. Ma almeno mi hanno ricordato il buon Nocoldiz ed il suo re Robert.

Anche il combattimento tra Jack e Ashura è sottotono. In molti si lamentano di quanto sia diverso dal manga, dove i due si scambiano letteralmente un taglio a testa e poi si scontrano a spadate alla pari, mentre nell’anime sembra che Jack sia in vantaggio visto che affetta per diversi secondi il suo avversario (il microflashback di Ashura e il suo dialogo nel mentre però li ho apprezzati). Avrei evitato di far mandare troppi colpi a segno, meglio animare più clash tra spade.

MUDAMUDAMUDAMUDAMUDAMUDAMUDA!!!

Il resto dell’episodio è quasi al 100% filler, ma la parte con Usopp mi ha intrattenuto. Diciamo che è stato fortunato, qualcun altro gli avrebbe anche dato un cazzotto in faccia…

Beh gente, l’episodio lascia un brutto amaro in bocca. Le anticipazioni del prossimo non mostrano nulla di troppo migliore, ma spero di sbagliarmi…c’è una scena che va fatta bene…

[Symonch]

P.S.: “Che schifo vivere oh………AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!!!!!!

Leggi anche: One Piece Episodio 907: La primissima avventura di Luffy!

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001. La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here