One Piece Episodio 944: volevo l’Oshiruko

1583

One Piece Episodio 944: Se non hai ancora visto l’episodio, puoi guardarlo su Crunchyroll cliccando qui!

One Piece Episodio 944: il commento di Symonch all’ultima puntata dell’anime di One Piece tratto dal manga ideato e disegnato da Eiichiro Oda.

Bentornati, o benvenuti se siete nuovi, al commento settimanale sull’anime di One Piece! Se non avete ancora visto la puntata, la trovate in cima all’articolo. Ma non sono sicuro vogliate davvero guardarla. Decidete voi se fidarvi di Toei Animation o se volete prima leggere cosa vi aspetta.

Abbiamo a che fare questa settimana con uno di quegli episodi. Quelli che adattano una ridottissima parte del manga, in questo caso le ultime 7 pagine del capitolo 945 (e sarebbero 6, perché l’ultima è una splashpage). Sembra proprio che in produzione volessero di nuovo assicurarsi di prendere le distanze dal manga (ultimamente molto spesso in pausa anche per i suoi standard, culminando con la recente doppia pausa), e lo sceneggiatore Shinzō Fujita si è ritrovato a dover scrivere circa 20 minuti di sceneggiato per quelle 6 pagine. La cosa era presagibile sin dalla sigla, che contiene come sapete delle anticipazioni all’episodio. Le poche scene mostrate lo riassumono quasi per intero, tale è la pochezza di contenuti a livello di svolgimento.

A voi piacciono le anticipazioni?

Apro una piccola parentesi sulle sopra citate anticipazioni. Come forse saprete, sono tutt’altro che un fan di questa feature nelle opening, perché preferisco di gran lunga vedermi la puntata senza avere idea di che cosa vedrò. Ma devo ammettere che, con questa opening “Dreamin’ On!“, queste anticipazioni sono sempre in qualche modo entusiasmanti. Sarà merito della musica? Confesso però di non sapere chi abbia la responsabilità di scegliere quali scene finiscano nelle anticipazioni, a volte le scelte sono molto interessanti.

Tornando però all’episodio vero e proprio, il problema non è tanto nelle poche pagine di manga adattate. È infatti possibile arricchire quelle poche pagine di dettagli interessanti o espanderle per renderle più complete (cosa in teoria facile, visto che Oda spesso va semplicemente dritto al punto). Il problema sta nel modo assolutamente mediocre in cui sono state fillerate. Gli ingenti riempitivi di questa puntata non sono tali da lasciare davvero qualcosa in più rispetto al manga, ma sembra fare “semplicemente” il loro lavoro: allungare la scena. Non dico però che tutto l’episodio sia costituito di filler del genere, in quanto alcune parti sono invece buone, ma per la maggior parte non mi sembra che Fujita si sia impegnato, e forse nemmeno Masahiro Hosoda in regia ha dato il meglio di sé. È proprio quando il materiale da adattare è poco che, invece, bisognerebbe dare il meglio del meglio. Ma immagino che, per quello a cui serve l’anime, il suo compito l’abbia svolto. Inoltre, per dare il meglio di sé sono necessari dei mezzi che forse non sono sempre disponibili, non è che gli episodi si generino con la bacchetta magica. Ma almeno a livello di dialoghi ci si potrebbe inventare qualcosa di più accattivante.

Ad esempio, il litigio tra Kin’emon e Ashura Douji viene ampliato in ogni sua parte. I filler riguardano più che altro i recap di quanto pianificato da Kin’emon per provocare Ashura, non portano quindi a nulla di nuovo. Unico momento che ho trovato interessante è stato Ashura che ferma i suoi uomini dall’aggredire Kin, per farlo lui personalmente. La questione di Ashura, che prende 2 pagine del manga, si dilunga così per 5 minuti buoni tra questo ed il discorsone di Kin’emon allungato, non supportato a livello registico da scene abbastanza accattivanti a mio parere. Come dicevo, perlopiù filler mediocre. Sul lato di Udon le cose non migliorano molto. Gran parte dei filler sono dedicati allo sfondamento della prigione da parte di Big Mom, alternando i dialoghi quantomeno corretti di Kiku (Chopper nei sottotitoli gli parla al femminile perché ancora non sa che è un uomo?) con le pucciosità della renna che si limita a spaventarsi. Per spezzare un paio di lance a favore del filler, so che alcuni si sono lamentati di come Big Mom nel manga non faccia alcuna fatica a sfondare il cancello, diversamente da quanto si vede nel cartone. Ma questo non è affermabile, la scena è del tutto assente nel manga. Penso che O-Lin in quelle condizioni abbia fatto la giusta “fatica” per sfondare svariate quintali di ferro con la sola forza… Bene inoltre l’aver mostrato Momonosuke trasformarsi in draghetto per la paura di tale forza.Per il resto, molti potrebbero riassumere l’episodio con una parola: “OSHIRUKOOOO!!!“. Ripetere infinite volte il cibo desiderato durante le crisi è una caratteristica di Big Mom, ma in questa puntata siamo arrivati all’estremo. La povera doppiatrice svilupperà un’avversione per i dolci lavorando così! Di buono però ho notato il fumo che preannuncia l’arrivo dell’Imperatrice da dietro il portone, ma davvero poco altro mi ha colpito. Big Mom è comunque resa molto minacciosa, soprattutto servendosi di tale fumo.Per concludere parliamo un po’ di Queen, il Brachiosauro. Apprezzo la voce che diventa più grave, ma il resto della trasformazione è un po’ troppo legnoso. Questo strano stadio intermedio è un po’ creepy:E questa metamorfosi del collo è piuttosto rudimentale. Abbiamo visto molte scene di trasformazioni in Zoo-Zoo, come quella di Drake pochi episodi fa, decisamente migliori.Avete notato che a Queen scoppiano le scarpe? Chissà se gli riappariranno magicamente. Inoltre, sembra che il suo non sia un braccio del tutto meccanico, bensì una specie di gauntlet.
Queen dovrebbe apparire davvero immenso
, come si percepisce nel manga:In queste scene però tale imponenza non si sente, sembra alto poco più di Big Mom, anche se lei dopo spiccherà un balzo di svariati metri per raggiungere la testa di Queen. Non ci siamo molto con le proporzioni insomma, ci sono un po’ di “katakurismi” tipici di One Piece in generale.Il finale però, lo stesso del capitolo 945, dà molta adrenalina, va detto. Vi aspettavate un combattimento alla pari? La colonna sonora fa molto, come sempre, anche se in questo episodio non è stata incisiva come al solito. Altro aspetto un po’ mediocre della puntata, davvero un peccato.

L’episodio è blando per la maggior parte. Quando c’è così poco materiale del manga da adattare, è fondamentale dare più gas alla creatività per rendere queste frenate più godibili (che frase ossimorica). Non ho riscontrato tale creatività in nessun aspetto, quindi temo non vi perdereste nulla saltando l’episodio. Un vero peccato. Il prossimo, però, promette bene.

[Symonch]

Leggi anche: One Piece Episodio 934: Zoro trabocca di potere!!!

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001. La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here