5 marine che avrebbero potuto essere dei veri pirati

1956
5 marine veri pirati

Ecco 5 marine che avrebbero potuto essere degli autentici e veri pirati

5 MARINE VERI PIRATI  – La maggior parte dei personaggi di ONE PIECE corrisponde a una delle due fazioni principali della serie: pirati o marine.

Le due parti si distinguono per non presentare al loro interno personaggi completamente buoni o completamente malvagi, ognuno persegue i propri ideali di libertà e giustizia, adoperando il potere in maniera del tutto personale.

Tendenzialmente, tuttavia, sappiamo bene che i marine dovrebbero rappresentare la parte buona del mondo, mentre tra i pirati ci si aspetta di trovare solo il marcio della società. Ci sono ovviamente delle eccezioni. Facciamo allora un gioco e proviamo a immaginare quali marine avrebbero potuto essere dei veri pirati.

5 – SMOKER

smoker 5 marine veri pirati

Smoker è un Vice-Ammiraglio della Marina che spesso agisce di testa propria perseguendo quelli che sono i suoi ideali e i suoi istinti. Le imposizioni e le direttive del Governo non lo compiacciono, anche quando vertono a suo favore.

Dopo il time-skip, lo vediamo inoltre guidare caparbiamente una marmaglia di discutibili marine. In un’altra vita, quindi, Smoker avrebbe potuto essere un autentico pirata, della stessa fattura di Supernove come Luffy o Law.

Leggi anche: ONE PIECE: 10 personaggi che diventeranno delle leggende

4 – X DRAKE

drake sword kaido

Qui giochiamo realmente sporco.

Drake ci è stato presentato nientemeno come uno dei peggiori pirati della attuale generazione. Solo in seguito scopriamo che è un marine sotto copertura. Tuttavia, se questa sua messinscena è durata a tal punto da farsi una notevole fama, arrivare alle Sabaody e scalare la gerarchie della ciurma di un Imperatore, probabilmente Drake ha più stoffa di quanta non ne abbiamo molti altri pirati.

Anche durante la guerra su Onigashima, viene più spontaneo considerare il personaggio come una Supernova che come un marine membro della Sword, nonostante la sua rivelazione sia avvenuta ormai parecchi capitoli or sono.

Leggi anche: ONE PIECE: i segni zodiacali delle Supernove

3 – KIZARU

kizaru beckman wano

Kizaru è certamente uno dei personaggi più ambigui della serie.

Non sappiamo letteralmente nulla di lui, in quanto la sua ragion d’essere sembra essere nient’altro quella di seguire le direttive della Marina. I suoi obiettivi sembrano quindi essere relativi solo alla disfatta della pirateria. Tuttavia, conosce e persegue anche i ruoli stabiliti dalle tre grandi forze, come quando si ritirò durante l’arrivo di Shanks a Marineford. Ma, ancora una volta, nonostante questo, trapelano alcuni istinti di difficile comprensione come quando si propose di andare a Wano dopo aver saputo dell’alleanza tra Kaido e Big Mom, come se l’evento non lo preoccupasse particolarmente.

Insomma, immaginare Kizaru come capitano pirata è senza dubbio molto interessante. Da pirata avrebbe una condotta di difficile comprensione ma ben salda ai propri moralismi che esercita senza far trapelare grosse emozioni.

Leggi anche: Quanto sono forti gli Ammiragli?

2 – SAKAZUKI

akainu sakazuki marine pirati

Qui parliamo di un vero e proprio universo alternativo.

Sappiamo perfettamente che l’odio per i pirati di Sakazuki è tra i più viscerali mai mostrati da un marine, ma le sue maniere lo portano ad avere comportamenti totalmente in anti-tesi con ciò che si aspetterebbe dalla Marina.

È un personaggio che non si ferma davanti a nulla. Anche dopo essere diventato Grand’Ammiraglio, il suo desiderio di vederci chiaro e stabilire la propria visione arde preponderante. Questo suo temperamento lo porta a punire con severità chiunque non rispetti il suo credo, puntando anche sul sacrificio di innocenti se ciò servirà a ottenere il mondo che desidera vedere. Queste sono sicuramente qualità che solo i peggiori pirati possono apprezzare.

Leggi anche: ONE PIECE: 8 Frutti del Diavolo unici

1 – GARP

garp pirata

La pirateria, tuttavia, non è solo violenza e ingiustizie.

ONE PIECE definisce la pirateria come la ricerca della libertà. Mentre un buon numero di pirati cerca fortuna solo seminando caos, c’è una minoranza che naviga solo per rivendicare i loro diritti umani più elementari: la libertà.

Anche come marine, Garp desidera la libertà. L’unico motivo per cui rifiuta le molteplici offerte di promozione è quello di mantenere quanto più possibile la propria libertà individuale. Garp è senza dubbio molto vicino a quei pirati cui ha sempre dato la caccia, come Roger o Rayleigh. E rappresenta inoltre una versione più matura di suo nipote. In un universo alternativo, Garp sarebbe potuto essere il protagonista di ONE PIECE.

Fonte: cbr

Le 10 battaglie off-screen più iconiche di sempre

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here