I 10 migliori anime horror della decade (anni 2010)

621

Scopriamo assieme i dieci migliori anime horror della decade

I 10 MIGLIORI ANIME HORROR DELLA DECADE – L’ultimo decennio si è contraddistinto per una notevole produzione e interesse verso gli anime horror. Ciò ha portato a una riscoperta di grandi classici degli anime e dei manga.

A causa di questa crescente popolarità, sono molti gli anime ben accolti e considerati del decennio. In particolare, vedremo quali sono i migliori anime horror della decade secondo l’utenza di MyAnimeList.

10 – Danganronpa: The Animation, 2013 (7.25)

danganrompa

Makoto Naegi, dopo aver vinto una lotteria, entra a far parte della Hope’s Peak Academy, una prestigiosa accademia che accoglie i migliori studenti al mondo dotati ciascuno di uno straordinario talento che li contraddistingue. Questi studenti sono destinati a primeggiare ed essere la speranza per il futuro della società. Non appena entrato all’interno dell’accademia, il giovane però sviene, e quando si risveglia più tardi si rende conto di essere intrappolato all’interno della scuola, senza via d’uscita, assieme ad altri 14 studenti. -wiki

Leggi anche: Dragon Ball: la storia di Trunks in questo commovente video-tributo in CGI

Danganronpa: Academy of Hope and High School Students of Despair – The Animation, o più semplicemente Danganronpa: The Animation, è una serie televisiva anime basata sul videogioco Danganronpa: Trigger Happy Havoc della Spike Chunsoft.

Annunciato dalla rivista Newtype della Kadokawa Shoten nell’estate del 2012, la serie è stata prodotta dallo studio Lerche, diretta da Seiji Kishi, con sceneggiatura di Makoto Uezu, design dei personaggi composto da Kazuaki Morita, ispirato a quello di Rui Komatsuzaki, illustratore ufficiale del gioco, Kazuto Shimoyama come direttore artistico e Satoki Iida come direttore del suono.

9 – Another, 2012 (7.52)

another anime horror

La scuola della cittadina di Yomiyama è maledetta. Qui morì nel lontano 1972 un alunno della sezione 3. A quasi trent’anni di distanza, Kouichi Sakakibara si trasferisce nella stessa sezione dello studente scomparso. Trova un’atmosfera di tensione e disperazione tra i compagni, cosa piuttosto insolita per una classe del terzo anno. Come una calamita ad attrarlo è la compagna di classe Mei Misaki. Kouichi sembra essere l’unico a subire il fascino della ragazza, dato che insegnanti e ragazzi la trattano come se fosse invisibile. Il legame che gradualmente si stabilisce fra i due darà il via a una catena di eventi terrificanti. -animeclick

Leggi anche: I 10 cani più forti degli anime

Another è una light novel di genere horror ideata da Yukito Ayatsuji e pubblicata il 29 ottobre 2009 da Kadokawa Shoten. Nel 2013 è uscito uno spin-off intitolato Another: Episode S. Un adattamento in manga, a cura di Hiro Kiyohara, è pubblicato sui volumi di Young Ace edito dalla stessa Kadokawa Shoten tra maggio 2010 e gennaio 2012. Inoltre, rimasto inedito in Italia, è uscito il capitolo 0 del manga, prequel della storia principale, che racconta di Reiko Mikami quando frequentava ancora la scuola. Una serie televisiva anime, prodotta da P.A. Works, fu trasmessa dal 10 gennaio al 27 marzo 2012. Ad essa si aggiunge un’OAV, che funge da ulteriore prequel alla serie e racconta di Mei Misaki. Infine un film live-action è proiettato nei cinema giapponesi dal 4 agosto 2012.

8 – School-Live!, 2015 (7.62)

anime horror del decennio

Yuki Takeya è una studentessa allegra del liceo Megurigaoka che fa parte del club “Viviamo a scuola” insieme alle sue amiche Kurumi Ebisuzawa, Yūri Wakasa e Miki Naoki. Mentre Yuki si diverte ogni giorno con le attività scolastiche, le altre ragazze passano il tempo a proteggerla dall’invasione di zombie che in realtà le ha rese le uniche sopravvissute della loro scuola. -wiki

School-Live! è un manga seinen scritto da Norimitsu Kaihō di Nitroplus e disegnato da Sadoru Chiba, serializzato sulla rivista Manga Time Kirara Forward di Hōbunsha dal numero di luglio 2012. L’adattamento anime, prodotto dallo studio Lerche, è trasmesso in Giappone tra il 9 luglio e il 24 settembre 2015.

Leggi anche: Un fan realizza statue Pokémon a grandezza naturale

7 – Shi ki, 2010 (7.77)

anime horror del decennio

La vicenda si svolge nello sperduto villaggio di montagna di Sotoba dove ancora sopravvivono antiche tradizioni, come l’inumazione dei defunti. Al termine di una torrida estate, la famiglia Kirishiki si trasferisce all’improvviso nel castello in stile occidentale che domina il villaggio dall’alto di una collina. Contemporaneamente una serie di morti improvvise comincia a decimare gli abitanti; il primario oltre che proprietario dell’unica clinica, Toshio Ozaki, inizialmente sospetta una misteriosa epidemia ma, con l’aiuto del suo amico d’infanzia, Seishin Muroi, ora bonzo del tempio locale e autore di romanzi di successo, scoprirà invece una orribile verità: i i morti tornano in vita come vampiri che per sfamarsi sono costretti a succhiare il sangue ad altre persone. Il tutto è partito con l’arrivo della famiglia Kirishiki. -wiki

Leggi anche: Le 5 peggiori scuole degli anime

Shi ki è un romanzo giapponese scritto da Fuyumi Ono e pubblicato in Giappone nel 1998. Un adattamento manga di Ryu Fujisaki è stato serializzato sulla rivista Jump Square della Shūeisha da dicembre 2007 a giugno 2011. La serie televisiva anime della Daume, prodotta dalla Aniplex, è stata trasmessa sulla Fuji Television dall’8 luglio al 23 dicembre 2010.

Uno dopo l’altro, gli abitanti inizieranno a morire ed una volta tornati in vita, si abbandoneranno ai loro più bassi istinti di sopravvivenza, oltre che all’eccitazione derivata dall’atto del succhiare sangue al fine di nutrirsi. Tuttavia, una volta portata alla luce la situazione dal dottor Ozaki la vendetta degli abitanti sarà tremenda.

6 – Tokyo Ghoul, 2014 (7.80)

tokyo ghoul

A Tokyo si verificano una serie di strani e cruenti omicidi dovuti alla presenza di ghoul, mostri che vedono gli umani solo come prede e che si possono cibare unicamente della loro carne. Ken Kaneki è uno studente universitario, dedito allo studio e alla lettura, che un giorno conosce in un bar Rize, una sua affascinante coetanea: in realtà anche la ragazza è un ghoul e Ken diventerà ben presto la sua preda. Rize infatti, con un pretesto, attira Ken in un luogo isolato dove lo ferisce gravemente con dei ripetuti attacchi, ma prima di poterlo divorare, viene ferita perché colpita da una serie di travi d’acciaio, che precipitano da un edificio in costruzione nei paraggi.

Il ragazzo viene quindi portato d’urgenza in un ospedale dove il chirurgo della sua operazione, in un gesto disperato, decide di sottoporlo a un trapianto di organi, presi proprio dal corpo di Rize. Sopravvissuto all’impossibile, Ken inizia presto a capire, però, di essere diventato un mezzo-ghoul in una città disseminata di questi esseri, dove ciascuno di loro, per mangiare e quindi vivere, deve guadagnarsi il proprio “territorio di caccia”. Entrerà subito a far parte dell’Anteiku, un gruppo di ghoul che hanno deciso di vivere con gli umani, dove familiarizzerà con Touka e gli altri ghoul. -wiki

Leggi anche: I 5 peggiori cuochi degli anime

Tokyo Ghoul è un manga scritto e disegnato da Sui Ishida, serializzato sulla rivista Weekly Young Jump di Shūeisha dal settembre 2011 al settembre 2014. La storia segue le vicende di Ken Kaneki, un giovane studente universitario a cui, in seguito a un incidente, vengono trapiantati gli organi di un ghoul. Un prequel, intitolato Tokyo Ghoul: JACK, è stato serializzato su Jump Live nel 2013, mentre un sequel dal titolo Tokyo Ghoul:re è stato pubblicato sempre su Weekly Young Jump tra il 16 ottobre 2014 e il 5 luglio 2018.

L’adattamento anime, prodotto da Pierrot, è andato in onda in Giappone dal 3 luglio al 18 settembre 2014, seguito da una seconda stagione, intitolata Tokyo Ghoul √A, tra l’8 gennaio e il 26 marzo 2015, e da una terza, adattata da Tokyo Ghoul:re, tra il 3 aprile e il 25 dicembre 2018. Un film live action basato sulla serie è stato annunciato per l’estate 2017. In Italia Tokyo Ghoul e Tokyo Ghoul:re sono editi da J-Pop, mentre i diritti delle tre stagioni anime sono stati acquistati da Dynit[

5 – Devilman: Crybaby, 2018 (7.80)

devilman crybaby

Akira Fudō viene informato dal suo migliore amico, Ryo Asuka, che un’antica razza di demoni è tornata per riprendersi il mondo dagli umani. Credendo che l’unico modo per sconfiggere i demoni sia quello di incorporare i loro poteri, Ryo riesce a far sì che Akira si unisca a un demone, Amon. Per poter affrontare e distruggere i demoni in nome del genere umano, Akira si trasforma così in Devilman, che possiede i poteri di un demone, ma mantiene l’animo di un umano, sebbene in più di un’occasione quest’ultimo si dimostra tanto brutale quanto i demoni. -wiki

Leggi anche: 10 personaggi degli anime dal grande appetito

Devilman Crybaby è un original net anime, adattamento del manga di Gō Nagai Devilman. Diretta da Masaaki Yuasa, la serie è stata distribuita in anteprima mondiale il 5 gennaio 2018 su Netflix come serie originale.

Go Nagai presenta un nuovo rapporto tra il bene e male portandolo dal mondo occidentale, soprattutto dal cristianesimo, al mondo nipponico. Sempre dal mondo occidentale, si ispirò alle incisioni di Gustave Doré della Divina Commedia, in particolare di quelle dell’Inferno, per la rappresentazione grafica del personaggio principale Devilman. A causa dei temi che il manga stava sviluppando, la creazione del manga e dell’anime si separarono e si svilupparono in maniera completamente diversa, con quest’ultimo che preferì favorire un anime più adatto a un pubblico più minorenne. Nel 2018 viene in nostro soccorso Yuasa con Devilman: Crybaby che riporta su schermo tutta la crudeltà dell’opera di Nagai.

4 – Dusk Maiden of Amnesia, 2012 (7.85)

dusk maiden of amnesia

La storia ruota intorno ad uno studente del primo anno delle scuole medie, Teiichi Niiya che si è appena iscritto all’Accademia Privata Seikyou. Un giorno Teiichi si perde in un’ala del vecchio edificio della scuola, ed incontra una ragazza di nome Yuuko Kanoe che si rivela essere un fantasma affetto da amnesia. Teiichi decide di scoprire di più sulla ragazza, investigando sui numerosi misteri che aleggiano nell’edificio scolastico, alcuni dei quali inventati dalla stessa per combattere la noia.

Nel corso della storia, Teiichi e Yuuko scopriranno la verità su numerose storie di fantasmi ed aiuteranno coloro che ne sono coinvolti. Si scoprirà in seguito la verità sulla morte della ragazza: all’inizio degli anni 50 il villaggio in cui viveva Yuuko era sconvolto da un’epidemia che ne decimava la popolazione e gli anziani, ormai disperati, decisero di sacrificare una persona, nel tentativo di porvi fine, secondo un rituale non più in uso da molto tempo. -wiki

Leggi anche: Attack on Titan Final Season: le altezze dei giganti in questo video in cgi

Dusk Maiden of Amnesia è un manga scritto ed illustrato da Maybe che è stato serializzato sul Monthly Gangan Joker della Square Enix dal 22 aprile 2009 al 22 novembre 2013, e i cui diritti sono stati acquistati sul suolo italiano dalla Star Comics.

L’adattamento animato basato sulla serie realizzato dalla Silver Link è stato annunciato sul numero di gennaio della rivista Monthly Gangan Joker della Square Enix ed è iniziato in Giappone l’8 aprile 2012.

3 – From the New World, 2012 (8.33)

migliori anime horror

L’anime è ambientato in Giappone, fra mille anni e vede protagonisti 5 giovanissimi: Saki, Satoru, Maria, Mamoru e Shun. I cinque sono nati e cresciuti in un tranquillo villaggio giapponese, un’utopia ricca di acque e di verde, un luogo bellissimo ma con una scarsa tecnologia. Il Giappone di quest’epoca è dominato da coloro che possiedono il “Juryoku”, il “potere maledetto”, “il potere degli dei”. Ossia la telecinesi e la telepatia con cui questi soggetti sono capaci di imporre la propria volontà agli altri. Ognuna di queste piccole comunità è controllata, regolata, ogni pensiero è violato, ripulito, indirizzato. Un’incidente porterà Saki ed i suoi amici a mettere in discussione la natura stessa del luogo in cui vivono, del modo in cui vivono, li porterà ad intraprendere un viaggio alla scoperta della storia dell’umanità, per salvare se stessi ed un mondo sull’orlo del collasso. -animeclick

Leggi anche: I 10 migliori anime a tema soprannaturale di sempre

Shinsekai yori, noto come From the New World, è un romanzo giapponese di Yusuke Kishi pubblicato il 23 gennaio 2008 da Kōdansha. L’opera è conosciuta per aver vinto il 29º Premio Nihon SF Taisho. Un adattamento manga di Tōru Oikawa venne serializzato sulla rivista Bessatsu Shōnen Magazine di Kōdansha tra il 9 maggio 2012 e il 9 giugno 2014.

L’adattamento anime è comprensivo di venticinque episodi, prodotto dalla A-1 Pictures e trasmesso in Giappone tra il 29 settembre 2012 e il 23 marzo 2013.

2 – Parasyte: The Maxim, 2014 (8.37)

parasyte the maxim kiseijuu

Una normalissima notte in Giappone… sembra nevicare ma ad uno sguardo più attento i nostri occhi si accorgono che quelli non sono propriamente dei fiocchi di neve. In realtà sono parassiti, alieni, simbionti, chiamateli come vi pare e hanno un precisa intenzione: sostituire l’uomo come specie dominante del pianeta Terra! Shinichi è un ragazzo come tanti altri, discreto negli studi, imbranato con le ragazze e un po’ timido. Ma una notte la sua vita cambia. Qualcosa entra nel corpo di Shinichi, e si impossessa della sua mano destra. Intanto altri esseri umani vengono posseduti dagli alieni, e cominciano a mietere vittime. Nessuno riesce a capire il motivo di questi omicidi così brutali. Uomini, donne e bambini vengono massacrati, intere famiglie vengono sterminate e non se ne capisce il motivo. Shinichi intanto, impara a convivere con il suo parassita, al quale attribuisce anche un nome: Migi. -animeclick

Leggi anche: I 10 migliori manga anni ’80

Kiseiju – L’ospite indesiderato è originariamente un manga scritto e disegnato da Hitoshi Iwaaki. Viene pubblicato tra il 1988 e il 1989 sul Morning Open Zōkan di Kōdansha e poi serializzato sulla rivista Afternoon dal numero di gennaio 1990 al numero di febbraio 1995. Dal fumetto sono tratti due film live action che hanno debuttato nei cinema giapponesi rispettivamente nel 2014 e 2015.

La serie anime è prodotta e con soli 24 episodi adatta ai giorni nostri la stupenda storia di Iwaaki.

1 – The Promised Neverland, 2019 (8.60)

the promised neverland

Emma e i suoi amici vivono una vita tranquilla nell’orfanotrofio in cui sono cresciuti; sebbene le regole siano dure, la loro custode li tratta con gentilezza offrendogli del buon cibo e un ambiente molto accogliente in cui vivere. I bambini passano le loro giornate studiando e giocando nell’enorme giardino che circonda la residenza, ma per quale motivo ai bambini è assolutamente proibito uscire dal recinto che delimita l’orfanotrofio? Un giorno Emma e il suo amico Norman proveranno ad oltrepassare il cancello, ma ad aspettarli dall’altro lato troveranno una verità molto più dura di quanto potessero mai immaginare. -animeclick

The Promised Neverland è tratto da un manga scritto da Kaiu Shirai e disegnato da Posuka Demizu. Pubblicato sulla rivista Weekly Shōnen Jump della Shūeisha dal 1º agosto 2016 al 15 giugno 2020.

La prima serie animata adatta egregiamente le disavventure dei protagonisti, risultando uno degli anime più interessanti del periodo. Tuttavia, il proseguo della seconda serie non va come sperato, sia per quanto riguarda la piega presa dal manga sia per la produzione della seconda stagione.

Fonte: cbr

I 10 migliori anime horror di sempre

Lascia un commento