I 10 migliori anime horror di sempre

1870

Scopriamo i dieci migliori anime horror di sempre secondo l’utenza di MyAnimeList

I 10 MIGLIORI ANIME HORROR – Il genere horror non è adatto a tutti e sicuramente la maggior parte della produzione horror si concentra in medium specifici. Tuttavia, anche gli anime hanno dato vita a una discreta produzione di opere horror. Talvolta non parliamo neanche di anime horror in sé, bensì di anime che presentano caratteristiche inquietanti e disturbanti che li avvicinano al genere.

Scopriamo quindi i dieci migliori anime horror di sempre secondo l’utenza di MyAnimeList.

10 – Akira (8.17)

akira film horror anime

La terza guerra mondiale ha totalmente raso al suolo Tokyo e la città di Neo Tokyo è rinata nel 2019. Nella nuova megalopoli scorrazzano numerose bande di motociclisti teppisti che si sfidano all’ombra dei grattacieli in corse spericolate all’ultimo sangue. Kaneda, uno di questi ragazzi, a scuola non è molto diligente ma fuori è il capo saggio e carismatico di una delle bande di motociclisti, composta anche da Kaisuke, Yamagata e Tetsuo.

Quest’ultimo, il più giovane del gruppo, prova un sentimento contrastante di rispetto e invidia nei confronti di Kaneda, biasimandosi di non avere le sue stesse capacità e di essere costretto ad avere un ruolo di secondo piano nella banda. I loro destini cambiano quando, durante una manifestazione di protesta, un uomo cerca di proteggere dalle forze dell’ordine uno strano individuo con il corpo da bambino e il viso da persona anziana. Negli scontri l’uomo viene ucciso a sangue freddo, il bambino inizia a urlare a squarciagola, causando svariati danni ai palazzi circostanti con la sola forza del suono, e Tetsuo verrà catturato dalla polizia. -animeclick

Akira è un film d’animazione del 1988 diretto da Katsuhiro Ōtomo.

Pellicola di produzione giapponese basata sull’omonimo manga del medesimo autore, pur avendo un diverso sviluppo e un diverso finale.

Considerato il capolavoro assoluto di Ōtomo, Akira è stato tra gli anime che, con il suo successo, ha reso l’animazione giapponese popolare in Occidente. La colonna sonora del film venne composta da Shoji Yamashiro ed eseguita dai Geinoh Yamashirogumi.

Leggi anche: 5 anime spokon per gli amanti dell’azione

9 – Berserk: L’epoca d’oro – Capitolo III: L’Avvento (8.20)

Berserk anime horror

Terzo e ultimo capitolo della trilogia di film. Da quando Guts e Griffith sono stati separati è trascorso un anno. La banda dei Falchi sta progettando una rischiosa missione per salvare Griffith, confinato in un carcere. Una notte, la banda viene attaccata da un gruppo di assassini con cui ha inizio una sanguinosa battaglia. Proprio quando le cose sembrano andare per il peggio, Guts riappare dal nulla e salva i Falchi, ricongiungendosi a loro per salvare Griffith. -animeclick

Leggi anche: Top 10: le dieci migliori armi di Berserk

Berserk – L’epoca d’oro, è una trilogia di film d’animazione cinematografica, prodotta da Studio 4°C, che riprende parte del manga Berserk scritto ed illustrato da Kentarō Miura. I lungometraggi, diretti da Toshiyuki Kubooka, sono in CGI e fanno uso della tecnica motion capture.

Il primo film, Berserk – L’epoca d’oro – Capitolo I: L’uovo del re dominatore, fu pubblicato nel febbraio 2012 da Warner Bros. Pictures in Giappone. Il cast di doppiatori è stato rinnovato rispetto a quello della serie TV; Hiroaki Iwanaga prende il ruolo di Gatsu, Takahiro Sakurai quello di Grifis, ed infine Toa Yukinari Caska. Anche l’edizione italiana ha un cast di doppiatori ex novo. Il secondo film è stato proiettato a giugno 2012, mentre il terzo (che conclude la prima saga “L’epoca d’oro”) è comparso nei cinema giapponesi solo a febbraio 2013.

Come affermato dal CEO e Presidente di Studio 4 °C, Eiko Tanaka, in un’intervista rilasciata ad Anime News Network, è previsto che il prossimo film (il quarto) riprenderà, in animazione, le gesta del “Guerriero Nero” narrate nel manga all’interno dei capitoli “Lost Children”. Dal 1º luglio 2016 tuttavia, va in onda una serie televisiva, chiamata semplicemente Berserk (realizzata da altri studi, e di cui condivide coi film solo le musiche di Shiro Sagisu ed il cast dei doppiatori giapponesi), che continua le vicende di Gatsu proprio da dove si erano fermati i tre film, integrando anche gli avvenimenti mostrati nei primi volumi del manga (non presenti nei film), successivi alla storia raccontata nell’epoca d’oro.

8 – Shinsekai Yori – From the New World (8.34)

migliori anime horror

L’anime è ambientato in Giappone, fra mille anni e vede protagonisti 5 giovanissimi: Saki, Satoru, Maria, Mamoru e Shun. I giovani protagonisti sono nati e cresciuti in un tranquillo villaggio giapponese, un’utopia ricca di acque e di verde, un luogo bellissimo ma con una scarsa tecnologia. Il Giappone di quest’epoca è dominato da coloro che possiedono il “Juryoku”, il “potere maledetto”, “il potere degli dei”, ossia la telecinesi e la telepatia, questi soggetti sono capaci di imporre la propria volontà agli altri. Ognuna di queste piccole comunità è controllata, regolata, ogni pensiero è violato, ripulito, indirizzato. Un’incidente porterà Saki ed i suoi amici a mettere in discussione la natura stessa del luogo in cui vivono, del modo in cui vivono, li porterà ad intraprendere un viaggio alla scoperta della storia dell’umanità, per salvare se stessi ed un mondo sull’orlo del collasso. -animeclick

Shinsekai yori, noto come From the New World, è un romanzo giapponese di Yusuke Kishi pubblicato il 23 gennaio 2008 da Kōdansha. L’opera è conosciuta per aver vinto il 29º Premio Nihon SF Taisho. Un adattamento manga di Tōru Oikawa venne serializzato sulla rivista Bessatsu Shōnen Magazine di Kōdansha tra il 9 maggio 2012 e il 9 giugno 2014.

L’adattamento anime è comprensivo di venticinque episodi, prodotto dalla A-1 Pictures e trasmesso in Giappone tra il 29 settembre 2012 e il 23 marzo 2013.

Leggi anche: 5 anime spokon per gli amanti della commedia

7 – Kiseiju: Parasyte -the maxim- (8.38)

kiseiju parasyte the maxim

Una normalissima notte in Giappone… sembra nevicare ma ad uno sguardo più attento i nostri occhi si accorgono che quelli non sono propriamente dei fiocchi di neve. In realtà sono parassiti, alieni, simbionti, chiamateli come vi pare e hanno un precisa intenzione: sostituire l’uomo come specie dominante del pianeta Terra! Shinichi è un ragazzo come tanti altri, discreto negli studi, imbranato con le ragazze e un po’ timido. Ma una notte la sua vita cambia. Qualcosa entra nel corpo di Shinichi, e si impossessa della sua mano destra. Intanto altri esseri umani vengono posseduti dagli alieni, e cominciano a mietere vittime. Nessuno riesce a capire il motivo di questi omicidi così brutali. Uomini, donne e bambini vengono massacrati, intere famiglie vengono sterminate e non se ne capisce il motivo. Shinichi intanto, impara a convivere con il suo parassita, al quale attribuisce anche un nome: Migi. -animeclick

Leggi anche: I 10 migliori manga anni ’80

Kiseiju – L’ospite indesiderato è originariamente un manga scritto e disegnato da Hitoshi Iwaaki. Viene pubblicato tra il 1988 e il 1989 sul Morning Open Zōkan di Kōdansha e poi serializzato sulla rivista Afternoon dal numero di gennaio 1990 al numero di febbraio 1995. Dal fumetto sono tratti due film live action che hanno debuttato nei cinema giapponesi rispettivamente nel 2014 e 2015.

La serie anime è prodotta e con soli 24 episodi adatta ai giorni nostri la stupenda storia di Iwaaki.

6 – Hellsing Ultimate (8.39)

hellsing ultimate

Hellsing Ultimate è la serie più fedele all’omonimo manga di Kouta Hirano.

Hellsing è un’organizzazione segreta supportata dal governo inglese che da tempo combatte contro le creature della notte che minacciano gli esseri umani. L’attuale leader è Lady Integra Hellsing, una donna che ha visto morire la sua intera famiglia per mano dello zio intenzionato ad impossessarsi della sua eredità. Dopo essersi vendicata con l’aiuto di un potentissimo vampiro di nome Alucard, è diventata il capo di questa potente organizzazione e grazie anche all’aiuto dell’agente Seras Victoria continua la sua caccia ai vampiri e ai ghoul mangia uomini. Oltre agli Hellsing, anche il Vaticano possiede dei pericolosi sterminatori di vampiri, come padre Alexander Anderson.
Nonostante la loro immensa forza, però, una nuova terribile minaccia si sta avvicinando.
Riuscirà l’organizzazione a salvare la Gran Bretagna da un intero esercito di vampiri nazisti? -animeclick

Leggi anche: Tre anime a tema vampiri da guardare su Netflix quando si ha fame di atmosfere dark

Hellsing è un manga scritto e disegnato da Kōta Hirano. Viene prodotto originariamente in Giappone dal 1998 al 30 settembre 2008, data in cui la rivista che lo ospita, Young King OURs, pubblica l’ultimo capitolo dell’opera.

Nonostante il panorama dei manga abbondi di storie e sperimentazioni non comuni, Hellsing si distingue sia per il suo tagliente humor nero che per la satira rivolta nei confronti delle diverse confessioni religiose, che nel manga assomigliano più a fanatiche organizzazioni segrete. Ogni volume è riservato ad un pubblico adulto, sia causa dei temi trattati, che delle cruente scene splatter presenti in ogni capitolo.

In seguito al successo di pubblico riscosso, nel 2001 lo studio Gonzo ne produce una trasposizione animata in 13 episodi. L’anime ripercorre la storia narrata nei primi volumetti, per poi distaccarsi nettamente da esso. Per questo motivo venne realizzato Hellsing Ultimate.

Hellsing Ultimate è composta da una serie di OAV più fedele al fumetto, conclusa il 26 dicembre 2012, prodotta inizialmente da Satelight e Madhouse e portata avanti, a tre episodi dalla fine, dagli studi di animazione Graphinica e Kelmadick.

5 – Mononoke (8.43)

mononoke migliori anime horror

Mononoke è uno spin-off della serie Ayakashi – Japanese Classic Horror. La storia segue il “Venditore di Medicine” che si occupa di vari spiriti o “Mononoke” del Giappone feudale. Come nella serie principale, egli combatte armato di una serie di strumenti e la sua vasta conoscenza del paranormale ma può uccidere il Mononoke solo quando smaschera la sua forma (Katachi), la verità dietro il suo aspetto (Makoto) e la ragione per il suo comportamento insolito (Kotowari). In poche parole: verità, forma e rimpianto. -animeclick

Prodotta da Toei Animation, la serie anime è diretta da Kenji Nakamura ed è scritta da Chiaki J. Konaka, Ikuko Takahashi, Michiko Yokote e Manabu Ishikawa.

Mononoke segue il viaggio di un venditore di medicinali che brandisce una spada durante un periodo in Giappone in cui i samurai erano l’unica classe legalmente autorizzata a portare tali armi. Conosciuto semplicemente come il “venditore di medicinali”, questo personaggio vaga per il Giappone, esorcizzando gli spiriti maligni che si attaccano a sentimenti e ambienti negativi.

Leggi anche: I 10 migliori anime di Toei Animation

4 – Perfect Blue (8.49)

Perfect Blue Satoshi Kon

Mima è una cantante pop di 21 anni sulla cresta dell’onda: ma la sua decisione di abbandonare il mondo della musica per diventare prima attrice e per poi posare nuda per una rivista viene accolta male da un suo fan sfegatato che non tollera il suo cambio d’immagine provocando così vari incidenti sul set. Mima inizia a farsi delle domande sulla propria identità iniziando a non riconoscere più se stessa non sapendo più quale versione di sè sia la vera: idol, attrice, persona comune oppure una mera illusione di se stessa? -animeclick

Perfect Blue è un film d’animazione giapponese del 1997 diretto da Satoshi Kon, al suo debutto come regista, liberamente tratto dal romanzo omonimo del 1991 di Yoshikazu Takeuchi, dal quale è stato tratto anche un film live action del 2002, Perfect Blue: yume nara samete.

È considerato il capolavoro massimo dell’animazione riguardante il mondo delle idol e l’alienazione e la dissociazione che porta a provare questa figura all’interno della società giapponese.

Leggi anche: Top 10 finali dei manga più attesi in Giappone

3 – Berserk (8.49)

berserk prima serie anime

La storia è ambientata in un mondo medioevale e ha come protagonista Gatsu, un bambino maledetto nato da una donna morta. Il ragazzo viene raccolto da Sys, una donna che aveva da poco perso suo figlio, nonchè moglie di Gambino, capitano di una squadra di mercenari. Gatsu cresce così allevato e addestrato alla spada fin da piccolo, ma dopo la morte della madre a causa della peste, il suo maestro Gambino darà a lui la colpa arrivando quasi ad ucciderlo. Il ragazzino decide di fuggire e di sopravvivere facendo il mercenario, fino a quando, qualche anno dopo, non incontra la Squadra dei Falchi capitanata dal bellissimo e misterioso Grifis. -animeclick

La serie anime è composta da 25 episodi, trasmessa in Giappone dalla Nippon Television dal 7 ottobre 1997 al 31 marzo 1998. La produzione è della VAP, con animazioni della Oriental Light and Magic. La regia è di Naohiko Takahashi, il character design di Yoshihiko Umakoshi e le musiche di Susumu Hirasawa.

La serie televisiva ripercorre gli archi narrativi del Guerriero Nero e de L’età dell’oro fino all’Eclissi, ma si differenzia dal manga in numerosi particolari. Vi è la rimozione di alcune scene, come l’infanzia di Gatsu o le sequenze più violente e brutali, e l’assenza di alcuni personaggi, come l’elfo Pak o il Cavaliere del Teschio. Le tematiche di amicizia e ambizione sono inoltre più sviluppate rispetto agli aspetti soprannaturali e del fato.

Leggi anche: I 5 peggiori film e serie anime in CGI

2 – The Promised Neverland (8.62)

the promised neverland

Emma e i suoi amici vivono una vita tranquilla nell’orfanotrofio in cui sono cresciuti; sebbene le regole siano dure, la loro custode li tratta con gentilezza offrendogli del buon cibo e un ambiente molto accogliente in cui vivere. I bambini passano le loro giornate studiando e giocando nell’enorme giardino che circonda la residenza, ma per quale motivo ai bambini è assolutamente proibito uscire dal recinto che delimita l’orfanotrofio? Un giorno Emma e il suo amico Norman proveranno ad oltrepassare il cancello, ma ad aspettarli dall’altro lato troveranno una verità molto più dura di quanto potessero mai immaginare. -animeclick

The Promised Neverland è tratto da un manga scritto da Kaiu Shirai e disegnato da Posuka Demizu. Pubblicato sulla rivista Weekly Shōnen Jump della Shūeisha dal 1º agosto 2016 al 15 giugno 2020.

La prima serie animata adatta egregiamente le disavventure dei protagonisti, risultando uno degli anime più interessanti del periodo. Tuttavia, il proseguo della seconda serie non va come sperato, sia per quanto riguarda la piega presa dal manga sia per la produzione della seconda stagione.

Leggi anche: The Promised Neverland: la timeline completa

1 – Monster (8.78)

monster anime urasawa

Il protagonista di questo titolo è un medico giapponese che si trova a praticare in Germania in un’importante clinica. Non solo è un chirurgo dalla rara bravura, ma è anche fidanzato con la figlia del direttore dell’ospedale. Inoltre è una persona umile e con la testa sulle spalle, ma possiede una caratteristica che gli farà commettere un errore che pagherà a caro prezzo: ama e crede nel suo lavoro. Finora sfruttato dal direttore per aumentare il prestigio della clinica si imbatte nel familiare di un paziente che lo accusa di aver ucciso suo marito, non avendolo operato e aver invece dedicato le sue cure ad una persona arrivata in un secondo momento, ma con una certa notorietà. Chiesti lumi alla fidanzata e a suo padre, gli viene risposto che non tutte le vite hanno lo stesso valore.

La cosa si ripropone, questa volta sta per operare un bambino quando gli viene detto di lasciare stare e di dedicarsi al sindaco. Questa volta rifiuta. Salva il bambino, ma il sindaco, operato da colleghi, muore. Cade in disgrazia al direttore, e la sua carriera sembra finire, ma a preoccuparlo non è questo… forse non doveva salvare quel bambino… avrebbe dovuto lasciarlo morire… probabilmente ha salvato la vita ad un mostro. -animeclick

Monster è una serie anime tratta da un manga scritto e disegnato da Naoki Urasawa. Viene pubblicato sulla rivista Big Comic Original di Shogakukan tra il 1994 e il 2001 e in seguito raccolto in 18 volumi tankōbon. La storia, ambientata in Germania, segue il brillante neurochirurgo giapponese Kenzo Tenma e i suoi sforzi per fermare Johan Liebert, un suo ex paziente diventato un pericoloso serial killer. Al termine della pubblicazione dell’opera, nel 2002, Urasawa ha scritto e illustrato il romanzo Another Monster, che ripercorre gli eventi del manga dal punto di vista di un giornalista d’inchiesta.

L’anime è prodotto da Madhouse, trasmesso da aprile 2004 a settembre 2005 su Nippon Television.

Fonte: cbr

I 10 migliori manga di sempre

Lascia un commento