I 10 migliori anime scolastici di sempre

804
10 migliori anime scolastici

Scopriamo i dieci migliori anime scolastici di sempre secondo l’utenza di MyAnimeList

I 10 MIGLIORI ANIME SCOLASTICI – Gli anime presentano generalmente un folto cast di personaggi adolescenti, molte delle volte i veri protagonisti della storia. Questo fa sì che molte serie siano incentrate sulla vita scolastica di questi ragazzi. Non parliamo soltanto di serie slice of life, ma anche di serie d’azione ambientate a scuola.

Scopriamo pertanto i dieci migliori anime scolastici secondo l’utenza di MyAnimeList. Più stagioni della stessa serie occuperanno un’unica posizione.

10 – Another (2012), 7.54

anime scolastici

La scuola della cittadina di Yomiyama è maledetta. Qui morì nel lontano 1972 un alunno della sezione 3. A quasi trent’anni di distanza, Kouichi Sakakibara si trasferisce nella stessa sezione dello studente scomparso. Trova un’atmosfera di tensione e disperazione tra i compagni, cosa piuttosto insolita per una classe del terzo anno. Come una calamita ad attrarlo è la compagna di classe Mei Misaki. Kouichi sembra essere l’unico a subire il fascino della ragazza, dato che insegnanti e ragazzi la trattano come se fosse invisibile. Il legame che gradualmente si stabilisce fra i due darà il via a una catena di eventi terrificanti. -animeclick

Another è una light novel di genere horror ideata da Yukito Ayatsuji e pubblicata il 29 ottobre 2009 da Kadokawa Shoten. Nel 2013 è uscito uno spin-off intitolato Another: Episode S. Un adattamento in manga, a cura di Hiro Kiyohara, è pubblicato sui volumi di Young Ace edito dalla stessa Kadokawa Shoten tra maggio 2010 e gennaio 2012. Inoltre, rimasto inedito in Italia, è uscito il capitolo 0 del manga, prequel della storia principale, che racconta di Reiko Mikami quando frequentava ancora la scuola. Una serie televisiva anime, prodotta da P.A. Works, fu trasmessa dal 10 gennaio al 27 marzo 2012. Ad essa si aggiunge un’OAV, che funge da ulteriore prequel alla serie e racconta di Mei Misaki. Infine un film live-action è proiettato nei cinema giapponesi dal 4 agosto 2012.

Leggi anche: My Hero Academia: le 10 studentesse più forti

9 – Kill la Kill (2013-2014), 8.10

kill la kill

La storia ruoterà attorno a due studentesse, Ryuko Matoi e Satsuki Kiryuin, impegnate a combattere l’una contro l’altra in una feroce lotta. In un campus nel quale, più che lo studio, sembra dominare la legge del più forte, l’arrivo della protagonista, armata di una spada e di voglia di vendetta, sconvolgerà ogni equilibrio. -animeclick

Kill la Kill è una serie televisiva anime prodotta dalla Aniplex e realizzata dalla Trigger. È andata in onda in Giappone tra il 3 ottobre 2013 e il 27 marzo 2014, ed è stata trasmessa contemporaneamente in streaming sul sito web della Daisuki, tradotta in cinque lingue differenti, tra cui l’italiano. La storia segue le vicende di una studentessa vagabonda di nome Ryūko Matoi in cerca dell’assassina di suo padre, cosa che la porterà in violento conflitto con la presidentessa del consiglio studentesco dell’Istituto Honnōji, Satsuki Kiryūin, e l’impero di moda di sua madre, Ragyō.

La serie è il primo progetto televisivo anime originale della Trigger, diretto da Hiroyuki Imaishi e scritto da Kazuki Nakashima, i quali avevano già lavorato precedentemente insieme per Sfondamento dei cieli Gurren Lagann. Un adattamento manga di Ryō Akizuki è stato serializzato sul Young Ace della Kadokawa Shoten tra ottobre 2013 e febbraio 2015. Un venticinquesimo episodio OAV è stato pubblicato il 3 settembre 2014.

Leggi anche: 10 combattimenti in cui il protagonista avrebbe dovuto perdere

8 – Angel Beats! (2010), 8.15

angel beats anime scolastici

Ambientato in una “normale” scuola dell’Aldilà, l’anime seguirà le vicende del protagonista, Otonashi, un ragazzo ordinario che, dopo la morte, si ritrova privo di ricordi e catapultato nell’epica battaglia intrapresa dalla SSS (Shinda Sekai Sensen), un’organizzazione creata dalla bella Yuri per combattere Dio e ribellarsi al proprio destino. -animeclick

Angel Beats! è una serie televisiva anime di tredici episodi coprodotta da P.A. Works e Aniplex e diretta da Seiji Kishi. La storia è nata da un’idea originale di Jun Maeda, che ne ha curato anche la sceneggiatura ed ha composto la musica con il gruppo Anant-Garde Eyes, con il character design originale di Na-Ga. Sia Maeda che Na-Ga fanno parte della casa di produzione di visual novel Key, di cui Maeda è uno dei fondatori. La Key è conosciuta soprattutto per aver prodotto titoli come Kanon, Air e Clannad.

Leggi anche: I 10 migliori maestri degli anime

L’anime è stato trasmesso in Giappone tra il 3 aprile e il 26 giugno 2010. Un episodio OAV è stato pubblicato il 20 dicembre 2010. La storia prende luogo nell’aldilà e si concentra su Otonashi, un ragazzo che ha perso i ricordi della sua vita dopo essere morto. Egli si ritrova iscritto a una scuola dell’aldilà e incontra una ragazza di nome Yuri che lo invita nell’SSS—un’organizzazione da lei comandata che si oppone a Dio. L’SSS combatte principalmente contro il presidente del consiglio studentesco Tenshi, una ragazza con poteri sovrannaturali.

La Key ha lavorato in collaborazione con il Dengeki G’s Magazine della ASCII Media Works per produrre il progetto come un media franchise. Due serie di manga sono state serializzate sul Dengeki G’s Magazine: una disegnata da Haruka Komowata, che ha iniziato la serializzazione nel numero di dicembre 2009, e un’altra illustrata da Yuriko Asami, che è incominciata nel numero di maggio 2010. Una serie di brevi storie, scritte da Maeda e disegnate da GotoP, sono state serializzate nel Dengeki G’s Magazine tra novembre 2009 e maggio 2010. Inoltre due web radio sono stati prodotti per promuovere Angel Beats!. Il primo volume di una visual novel in sei episodi è stato rilasciato per Microsoft Windows il 26 giugno 2015.

7 – My Hero Academia (2016- in corso), media: 8.17

my hero academia

A causa di una mutazione genetica del quinto dito del piede, il genere umano ha ottenuto la capacità di sviluppare dei superpoteri, denominati “quirk”, che si manifestano per la prima volta all’età di quattro anni. Queste particolari abilità hanno consentito lo sviluppo di una nuova categoria di persone: gli eroi, i quali combattono contro i supercriminaliche seminano il terrore nel mondo.

Affascinato dagli eroi sin dalla più tenera età, Izuku Midoriya è uno studente delle scuole medie che ha sempre sognato un giorno di entrare a far parte di questa cerchia. Tuttavia Izuku è un ormai rarissimo essere umano nato senza quirk, deriso dai suoi coetanei che lo chiamano Deku (lett. “sfigato”). Izuku però non si arrende e, pur non essendo dotato di poteri, cerca lo stesso di seguire sempre il suo ideale di giustizia, tanto che un giorno il suo ardore verrà notato da All Might, l’eroe più potente mai esistito. -animeclick

Leggi anche: My Hero Academia: 5 eventi che hanno cambiato Midoriya per sempre

My Hero Academia è un manga shōnen scritto e disegnato da Kōhei Horikoshi, serializzato sul Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 7 luglio 2014. Ambientato in un mondo dove i supereroi sono la norma, il fumetto narra le vicende di Izuku Midoriya, un ragazzino che sogna di poter diventare a sua volta un eroe, pur essendo nato senza superpoteri.

Una serie televisiva anime, basata sul manga originale e prodotta dallo studio Bones, è stata trasmessa in Giappone a partire dal 3 aprile 2016 in quattro stagioni. Oltre a tale adattamento, sono stati pubblicati anche tre videogiochi, due manga spin-off, tre episodi OAV e due lungometraggi anime.

6 – Toradora! (2008-2009), 8.23

toradora

Ryuuji Takasu sta per cominciare il secondo anno di liceo con grande apprensione. A causa del suo aspetto minaccioso, che lo fa apparire come un gangster agli occhi delle ragazze, non riesce a trovarsi degli amici, ne una fidanzata! Una volta giunto a scuola scopre con grande felicità di essere ancora in classe con Yusaku Kitamura, suo amico di sempre, e Minori Kushieda, la ragazza di cui è innamorato. Ma quando sembra che il quadretto sia finalmente completo, ecco spuntare l’animale più pericoloso della scuola, Taiga Aisaka, una minuscola teppista che darà filo da torcere al nostro ingenuo protagonista. Ryuuji finirà per aiutare Taiga, dato che è innamorata di Kitamura, miglior amico di Ryuuji, mentre Taiga aiuterà Ryuuji, dato che Aisaka è la sua migliore amica, e così, finiranno che per migliorare i loro reciprochi rapporti. -animeclick

Toradora! è una serie di light novel giapponese ideata da Yuyuko Takemiya e illustrata da Yasu. I volumi sono stati pubblicati dal 10 marzo 2006 al 10 marzo 2009 dall’editore ASCII Media Works sotto l’etichetta della Dengeki Bunko. Una serie spin-off di tre volumi, sempre in forma di light novel, è stata successivamente pubblicata dal 10 maggio 2007 al 10 aprile 2010 sotto il nome di Toradora Spin-off!. È stato prodotto un adattamento sotto forma di manga, a cura di Zekkyō, pubblicato a puntate sullo shōnen magazine Dengeki Comic Gao! a partire dal 27 luglio 2007 da parte dell’editore MediaWorks. La pubblicazione del manga si è spostata sulla rivista Dengeki Daioh dell’editore ASCII Media Works a partire dal 27 gennaio 2008.

Leggi anche: My Hero Academia: segni zodiacali della classe 1-A [dalla A alla K]

Dal 2 ottobre 2008 al 25 marzo 2009 è andato in onda in Giappone un adattamento in forma di anime della serie su TV Tokyo. Una trasmissione radiofonica via internet chiamata ToradoRadio! è andata in onda dal 4 settembre 2008 al 28 maggio 2009. Dalla serie è stata tratta una visual novel prodotta da Namco Bandai Games per la console PlayStation Portable pubblicata a partire dall’aprile 2009. Il 21 dicembre 2011 è stato pubblicato un box dell’edizione Blu-ray della serie TV con il quale è uscito anche un nuovo episodio inedito.

Il titolo Toradora! deriva dal nome dei due personaggi principali, Taiga Aisaka e Ryūji Takasu. “Taiga” può essere traslitterato in inglese anche come tiger (tigre), che in giapponese si traduce in tora. La prima parte del nome di Ryūji, ryū, significa dragone in giapponese e la traslitterazione della parola inglese dragon è doragon.

In Italia l’anime è distribuito da Dynit ed è stato trasmesso su Rai 4 in prima visione dal 28 aprile al 13 ottobre 2011. Il manga è stato pubblicato da J-Pop, che ne ha cominciato la serializzazione a novembre 2011 per poi essere acquistata da Netflix.

5 – Assassination Classroom (2015-2016), media: 8.33

assassination classroom

Nella classe 3-E della scuola media Kunugigaoka vi è una strana usanza: gli alunni, tutti, danno il buongiorno al proprio insegnante cercando in massa di piazzargli un proiettile in fronte. Non stiamo però parlando di un insegnate qualunque, ma di un individuo a dir poco strano, una via di mezzo tra un alieno e un polpo, ed in grado di muoversi alla velocità di mech-20. Si scoprirà che questo “insegnante” è stato il responsabile della distruzione della Luna, di cui ora resta solo uno spicchio, nonché colui che ha annunciato di distruggere la Terra allo stesso modo entro un anno. Adesso però è solo il professore di una classe istruita da lui stesso e dal governo giapponese per assassinarlo. -animeclick

Assassination Classroom è un manga shōnen realizzato da Yūsei Matsui. Ha iniziato la serializzazione in Giappone sul numero 31 della rivista Weekly Shōnen Jump, il 2 luglio 2012 e si è concluso il 25 marzo 2016. In Italia il manga è pubblicato da Planet Manga a partire dall’8 maggio 2014.

La serie ha avuto una trasposizione in due special animati, un anime che è andato in onda dal 9 gennaio al 19 giugno 2015 ed un film live-action per nel marzo dello stesso anno. Una seconda serie anime è stata trasmessa dal 7 gennaio al 30 giugno 2016.

Leggi anche: I 5 migliori film live-action tratti da manga

4 – Bugie d’Aprile – Your Lie in April (2014-2015), 8.74

anime scolastici

“Conobbi una ragazza sotto un ciliegio in piena fioritura e il mio fato cominciò a cambiare.” “Fermi tutti… com’è che chiamano questa sensazione…? com’è che chiamano questo sentimento…? è come essere… nel pieno della primavera. Durante la primavera del mio 14esimo anno di vita, ho cominciato a correre verso il futuro con te.”

Queste le parole di Kousei Arima, un pianista prodigio, almeno fino alla morte della madre, a seguito della quale divenne incapace di suonare, come se avesse una voce che gli sussura all’orecchio, e che gli impedisse si sentire le note del piano. L’incontro con la violinista Kawori Miyazono porterà una nuova luce nella sua vita. La ragazza ha una personalità audace e dirompente, a differenza del protagonista, chiuso e tormentato dalla paura di suonare il piano, che rimane affascinato del modo come Kawori trasforma la musica. Ma dietro tutto questo, c’è qualcosa che Arima ancora non sa. -animeclick

Bugie d’aprile — sottotitolato I met the girl under full-bloomed cherry blossoms and my fate has begun to change (lett. “Ho incontrato la ragazza sotto i boccioli di ciliegio fioriti e il mio destino ha cominciato a cambiare”) — è un manga scritto e disegnato da Naoshi Arakawa. Serializzato sulla rivista Monthly Shōnen Magazine di Kōdansha dal 6 aprile 2011 al 6 febbraio 2015. Un adattamento anime, prodotto da A-1 Pictures, è stato trasmesso nel contenitore noitaminA di Fuji TV tra il 9 ottobre 2014 e il 19 marzo 2015, mentre un film live action basato sulla serie, prodotto da Toho, è uscito nelle sale cinematografiche giapponesi nel settembre 2016. I diritti per un’edizione italiana rispettivamente del manga e dell’anime sono stati acquistati da Star Comics e Netflix.

Leggi anche: My Hero Academia: segni zodiacali della classe 1-A [dalla M alla Z]

3 – Code Geass: Lelouch of the Rebellion (2006-2008), media: 8.81

code geass

Il Giappone è diventato una colonia dell’impero della Britannia ed è conosciuto ora come Area 11; i giapponesi vengono ora chiamati Eleven e sono privati di buona parte dei propri diritti. Solo alcuni, per i meriti acquisiti, posso assumete lo status di cittadini britannici onorari, rimanendo comunque un gradino sotto i Britanni. Le vicende partono da una scuola superiore d’elite per cittadini britanni in cui Lelouch passa le proprie giornate annoiato e con pochi stimoli. Lelouch nasconde il rancore accumulato negli anni e nato dagli eventi che hanno segnato la sua infanzia, in cui vide assassinare la propria madre e ferire gravemente la sorella, ora cieca e costretta su una sedia a rotelle.

Un giorno Lelouch viene gravemente ferito in uno scontro tra militari e ribelli. Quasi sul punto di morte, viene salvato da una strana ragazza che gli dona il potere di assoggettare chiunque riesca a guardare direttamente negli occhi al proprio volere. Lelouch riacquista in questo modo una ragione per vivere: diventare il leader della fazione dei ribelli, Zero, e grazie alle sua abilità strategica e al suo dono iniziare il percorso verso la tanto desiderata vendetta. -animeclick

Leggi anche: 10 eroi degli anime che hanno ucciso i propri genitori

Code Geass: Lelouch of the Rebellion è una serie televisiva anime creata dallo studio Sunrise, scritta da Ichirō Ōkouchi e diretta da Gorō Taniguchi. Il celebre gruppo di mangaka tutto al femminile, CLAMP, ha elaborato il character design originale. I primi 23 episodi sono stati trasmessi dal 6 ottobre del 2006 al 30 marzo 2007 sulle emittenti MBS e TBS. La messa in onda si è poi conclusa il 29 luglio 2007 con la trasmissione delle ultime due puntate. Un sequel intitolato Code Geass: Lelouch of the Rebellion R2, che conta altri 25 episodi, è trasmesso dal 6 aprile al 28 settembre 2008 sulle stesse reti.

Tra il 2009 e il 2010 Dynit ha pubblicato in Italia entrambe le serie, che sono anche state trasmesse in TV sul canale digitale terrestre Rai 4, dal 24 settembre del 2009 al 12 agosto 2010, il giovedì, con orario d’inizio variabile. Dal giugno 2015 la serie è disponibile sul canale di streaming gratuito VVVVID.

Il 27 novembre 2016 Sunrise ha annunciato, in occasione del decimo anniversario della serie, un nuovo progetto anime, Code Geass: Lelouch of Resurrection, ambientato alcuni anni dopo lo Zero Requiem. Si tratta di un lungometraggio proiettato nei cinema giapponesi il 9 febbraio del 2019.

2 – Your Name. (2016), 8.96

your name

Mitsuha è una studentessa delle superiori che vive in una cittadina rurale immersa nel profondo delle montagne. Vive con la sorellina e la nonna, mentre suo padre, il sindaco del paesino, non sta a casa quasi mai. Mitsuha non ama il posto dove vive e anela il meraviglioso stile di vita di Tokyo. Taki, invece, è uno studente che vive nel centro di Tokyo che passa il tempo con i suoi amici, lavora part-time in un ristorante italiano e si interessa di architettura e belle arti. Un giorno, Mitsuha ha un sogno in cui lei è un giovane uomo. Anche Taki ha un sogno in cui è uno studente di liceo femminile in un paese di montagna che non ha mai visitato. Qual è il segreto che si cela dietro questi sogni? -animeclick

Your Name. è un film d’animazione giapponese del 2016 scritto e diretto da Makoto Shinkai. Prodotto da CoMix Wave Films e distribuito da Toho, il lungometraggio è correlato all’omonimo romanzo dello stesso Shinkai, pubblicato il 18 giugno 2016. Masayoshi Tanaka si è occupato del character design e il gruppo musicale Radwimps ha composto la colonna sonora. Il film è presentato per la prima volta all’Anime Expo 2016 svoltosi a Los Angeles, California il 3 luglio 2016, e successivamente in Giappone il 26 agosto 2016.

Leggi anche: I 5 peggiori film e serie anime in CGI

1 – La forma della voce – A Silent Voice (2016), 8.99

a silent voice

La storia racconta dell’incontro tra due bambini: Shouya Ishida, un ragazzino molto vivace e Shouko Nishimiya, una bambina sorda. Inizialmente le cose tra i due non vanno bene poiché Shouya si diverte a prendere in giro Shouko e a maltrattarla per il suo handicap. Il loro rapporto però non è così semplice ed entrambi si ritroveranno, nel corso degli anni, ad attraversare parecchie difficoltà. -animeclick

A Silent Voice è un manga scritto e disegnato da Yoshitoki Ōima, serializzato sul Weekly Shōnen Magazine di Kōdansha dal 7 agosto 2013 al 19 novembre 2014. Un film d’animazione basato sulla serie è uscito nelle sale cinematografiche giapponesi il 17 settembre 2016.

Un adattamento anime fu annunciato nel 2014 sull’ultimo capitolo del manga pubblicato sul numero 51 del Weekly Shōnen Magazine. Con l’uscita del settimo e ultimo volume tankōbon, fu poi svelato che il progetto sarebbe stato un film d’animazione destinato a uscire nelle sale cinematografiche giapponesi. Scritto da Reiko Yoshida e diretto da Naoko Yamada presso lo studio Kyoto Animation, il lungometraggio ha debuttato il 17 settembre 2016.

Fonte: cbr

10 insegnanti degli anime che vorremmo nella realtà

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here